Il dribblomane

Da calciatore il dribbling non era forse la sua giocata principale, benché fosse dotato di una tecnica sopraffina, anche perché si posizionava in mezzo al campo e non sull’esterno a puntare i terzini nell’uno contro uno. L’abilità nel dribblare l’avversario Paulo Sousa l’ha acquisita piuttosto da allenatore, mettendo in atto una strategia tergiversante sulla spinosa questione relativa al futuro. Chiarezza non è stata fatta neanche ieri, nonostante il portoghese si dica sempre legato alla Fiorentina e concentrato su di essa; i suoi riferimenti sono però legati al presente, mentre del futuro c’è poca traccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*