Questo sito contribuisce alla audience di

Il giorno del CdA. La Fiorentina chiude i conti in attivo

Quello di oggi non è solo il giorno di Fiorentina-Milan ma anche quello del CdA viola. Un Consiglio d’Amministrazione importante perché, secondo quello che scrive il Corriere dello Sport-Stadio verrà certificato il fatto che la società viola chiuderà i conti relativi all’anno solare 2013 (la Fiorentina redige i propri bilanci in base all’anno, non seguendo le stagioni calcistiche come altri club) in attivo. Ciò è dovuto principalmente, come sottolineato in altre circostanze, ad alcune plusvalenze importanti fatte la scorsa estate, in primo luogo Jovetic, ma anche Ljajic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Allora ragazzi, ragioniamo un po’. Se i Della Valle hanno messo 10 milioni per azzerare il passivo, vuol dire, e qui non ci piove, che la Viola ha chiuso il bilancio con un buco di 10 milioni, non in attivo. Quei famosi 10 milioni avevano detto che servivano a pagare gli ingaggi di Anderson e Matri, non per ripianare debiti. Poi è finita come è finita.

  2. Franco 48, nessuno dice che i DV non siano seri ma allora si dice ,perchè letto cosi non sembra del ripiano dei 10 ml.

  3. Fradiavolo – Il bilancio è in attivo, al 31 12 1012, perché la proprietà ha sborsato 10 milioni per far quadrare i conti. I Della Valle sono persone serie e non vogliono vedere una loro società con il segno in rosso.

  4. Io credo venga considerato attivo per quanto riguarda acquisti e vendite se poi si considerano gli ingaggi il bilancio e sicuramente passivo. SfV

  5. Scusate ma c’e qualcosa che non quadra, ma ADV non ha dovuto tirare fuori 10 ml perchè il bilancio era in passivo e per questo a gennaio non è arrivato un centrocampista di livello e per questo sè preso Anderson in prestito e ora vengono a dire che sono in attivo col bilancio. Forse ho capito male io .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*