Questo sito contribuisce alla audience di

Il giorno della staffetta

GomezCagliariE finalmente il giorno tanto atteso è arrivato: sono passati esattamente cinque mesi (15 settembre 2013 la data della gara interna con il Cagliari) e Mario Gomez ricalcherà il campo del “Franchi” da protagonista. Montella ne ha annunciato in pratica l’utilizzo ieri in conferenza stampa, se pur solo per uno spezzone di gara, ed è già bello immaginare il boato del pubblico viola nel momento in cui il tedesco si appresterà ad entrare in campo. Il maggiore indiziato a lasciargli spazio sarà probabilmente Alessandro Matri, per il quale è stato obbligatorio il tour de force dal momento del suo arrivo dal Milan. Per altro ci sarebbe anche una partita da giocare in Danimarca giovedì prossimo e il numero 32 viola non può umanamente sostenere al meglio tutti gli impegni. Per questo, in attesa di vederli insieme, stasera andrà in scena molto probabilmente la staffetta tra i due centravanti, una possibilità che negli ultimi tempi era diventata vera e propria utopia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Gasato e’ riduttivo belva..

  2. La staffetta? Dipende da come si mette la partita…meglio se segna Matri come dice MARASTO che s’e’ gasato da quando c’ha la figurina

  3. Non vorrei che vedesse maroo come un compagnio di squadra ,e di ruolo,troppo “imponente”per lui….poi mettoamoci che non riesce a segnare…e magari si incupisce un po’…..DAIIIII ALEEEEEE DAIIII MARIOOOO

  4. Io sinceramemte staseraa spero piu che segni alessandro che marione…per una ragione psicologica e motivazionale…non vorrei che il rientro di gomez lo prendesse in una maniera diversa da quella della sana competizione….

  5. Che il tuo rientro sia innagurato da un bel gooooooooooooooooooooooooool ben tornato campione ,ci sei mancato tanto

  6. penso che una staffetta tra i 2 puó solo fare un gran bene ai viola, Marione deve mettere minuti nelle gambe così da ritrovare forma e fiducia, essere l’unico punto di riferimento in attacco è sempre stata una sua consuetudine,
    Matri invece ha bisogno di rifiatare un attimo, è 1 che si sacrifica molto e corre tanto ma comunque non è Rossi che salta l’uomo o ha il colpo in canna x risolverti la gara in un secondo,
    Ma sopratutto abbiamo bisogno di avere sempre in campo 1 di loro finchè non avremo Rossi allora perchè rischiare , metti un espulsione o un rosso o cali di forma saremmo fregati , magari tra un mese li hai al 100% entrambi e allora dici e mo chi metti in panca , proviamo,ma così sembra che tutti quelli che abbiamo in grado di far la seconda punta o trequart. alle spalle della boa non valgono nulla, parlo di Joaquin e Ilicic che quando in forma la differenza la fanno o di Wolski che ha le stimmate del fuoriclasse , di Rebic che si gioca un ruolo da seconda punta nella nazionale croata proprio in coppia con chi ha sostituito Gomez al bayern monaco, quindi ha le caratteristiche giuste pure lui e un accasione forse puó averla no, e ci sta pure Matos che nasce attaccante esterno oltre Cuadrado e Vargas x un eventuale tridente.
    Lo preciso x dire che malgrado la rogna abbiamo altri giocatori che meritono sostegno stima e considerazione , alcuni già l’hanno mostrato altri potrebberó

  7. un sincero in bocca al lupo per il tuo rientro, che sia di buon auspicio per la vittoria di questa sera

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*