Il giorno delle scadenze: una liberazione in tanti (ma non tutti) casi

Trenta giugno, ovvero la data di scadenza dei contratti per antonomasia, almeno nel mondo del calcio. E la Fiorentina da domani vedrà diversi nomi uscire dalla lista di quelli di sua proprietà: tolto Pradè, che ufficialmente non ha rinnovato ma che dovrebbe comunque rimanere, sono i calciatori ovviamente i protagonisti. Se ne andranno senza troppi rimpianti El Hamdaoui, Lazzari, a loro si aggiungerà ovviamente Neto mentre su Aquilani e Pizarro qualche minimo dubbio ce lo lasciamo ancora. Sul cileno in particolare è possibile che la Fiorentina ci ripensi, il tempo per farlo comunque c’è e il Pek non dovrebbe avere accordi già siglati con altri club. Chi invece farà molto riflettere è Juan Manuel Vargas, una scadenza la sua di sapore ben diverso dalle altre, considerato rendimento e adattabilità del peruviano nelle ultime due stagioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA