Il gol e poco altro

Bernardeschi in una fase di gioco. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Se la Fiorentina avesse vinto 1-0, la prova di Federico Bernardeschi avrebbe assunto tutt’altro valore: ma dato che Muriel ha spezzato i sogni di gloria dei gigliati, anche i giudizi sul numero dieci sono contrastanti. La rete segnata è stata piuttosto casuale, tant’è che all’inizio tutti pensavano che avesse segnato Astori: grazie al replay è stato possibile accorgersi che il difensore centrale non aveva assolutamente toccato il pallone crossato da Bernardeschi e la paternità del gol è stata data giustamente a quest’ultimo. Per il resto la prestazione del talento di Carrara è stata caratterizzata dall’anonimato, spezzato in qualche circostanza da qualche azione che non ha portato però gli effetti sperati. Dopo la doppietta di Cagliari pareva arrivato il momento di Bernardeschi, ma le prestazioni successive hanno confermato che c’era ancora molto su cui lavorare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*