Il grande rimpianto si chiama Ilicic

Ci sarà un motivo se nella Fiorentina i rigori li ha battuti e realizzati solamente Ilicic, e ieri sera se ne è avuta la dimostrazione. Tagliavento ha concesso un penalty decisamente generoso e Kalinic, che poco prima si era sbloccato, prende il pallone e decide di calciarlo lui visto che se lo era conquistato. Calcia abbastanza bene ma senza guardare Buffon e il numero uno della Juventus para cancellando la possibilità di pareggiare per la Fiorentina. L’unico rimpianto dunque è che in campo non ci fosse Ilicic, rigorista e tiratore scelto della Fiorentina, con lui, forse, oggi parleremmo di un’altra partita e soprattutto di un altro risultato. L’importante è che Kalinic dalla serata di ieri prenda solo il gol fatto con la speranza che nelle ultime tre giornate di campionato possa ritornare decisivo anche sotto porta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Sulle parole del procuratore di Kalinic mi nasce un grosso dubbio: ma un allenatore che per mesi ha avuto sotto gli occhi il giocatore, con tutte le prove di calci di rigore che avranno sicuramente (?) fatto, possibile che non si sia accorto di quanto dice ‘sto ……… di procuratore? Perchè se il procuratore ha ragione, il ……. è un’altro.

  2. kalinic poteva tirarlo decisamente meglio come pure quando ha preso la traversa!! bisogna essere più cattivi!! il rigore lo potevano tirare almeno altri 3 o 4 giocatori!! ilicic se era rotto non andava fatto giocare!!

  3. Kalinic va ceduto subito per evitare che persa mercato.Non è buono come goleador anche quando prende i pali e le traverse non è sfortuna,non sa segnare.Gomez,come goleador e’superiore certamente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*