Questo sito contribuisce alla audience di

Il malfunzionamento del “comparto sportivo”… ma di quale comparto sportivo parliamo?

Nel suo intervento nel corso della cena di un paio di giorni fa, organizzata dall’ACCVC, il presidente esecutivo Mario Cognigni ha tenuto particolarmente ad elogiare la figura di Corvino ed il suo ritorno promosso da Diego Della Valle. Nel mirino del numero uno della Fiorentina c’era infatti il tanto tirato in ballo “comparto sportivo”, concetto quasi metafisico nell’organigramma viola, non fosse altro che per il caos e la molteplicità di figure che lo hanno affollato negli ultimi anni. Il problema della scorsa stagione sarebbe stato però proprio questa parte della dirigenza, capitanata da Daniele Pradè, con l’apporto dei vari Angeloni, Rogg, Pereira e la supervisione dello stesso Cognigni. Un settore che ha incontrato sì difficoltà ma anche tanti ostacoli, imposti proprio dai vertici; senza contare che lo stesso Pradè, in coppia con Macia, fu il protagonista proprio di quel comparto tecnico, in quel caso ben identificabile, che aveva costruito la Fiorentina champagne guidata da Montella. Per poi tentare la grande scalata con i colpi Rossi e Gomez nell’annata successiva. Di quale “comparto sportivo” sarà stata dunque la colpa? Di quella parte che aveva fatto grandi cose, ad esempio, nel 2012? O di quella promiscua e quasi mistica che abbiamo visto nella scorsa stagione? Chissà…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. A casa mia si dice: ‘tu c’hai la faccia come il xxxx!’ Gnigni sei ridicolo e scorretto. Un mezz’uomo, ma non è necessario che tu lo rimarchi continuamente ormai lo sanno tutti. E basta!

  2. Questo essere è un esecutire materiale. Una vergogna assoluta. Falsita’, bugie, ovvieta’, obbrobri. Non gli ho sentito dire nulla di meglio. Tenerlo al suo posto vuol dire essrre d’accordo con lui, cioè avallare il sui “operato”. DV al pari di gnigni.

  3. Ma come si permette Cognigni di dare colpe a Prade’, grande direttore e persona eccezionale. È lui la rovina della Fiorentina. Se non sbaglio addirittura mise pure Rogg (quello di Milinkovic Savic) tra lui e Prade’.
    Con la sola cessione di Nastasic, Prade’, nel suo primo anno quando aveva ampi poteri, portò Tatarusanu, Gonzalo, Savic, Alonso, Pizarro, Aquilani, Valero, Mati Fernandez, Cuadrado, Joaquin, Vecino, …
    Per portare tanti ottimi giocatori, Corvino deve comprarne almeno 200-300 spendendo diverse centinaia di milioni come il mercato di giugno scorso insegna.

  4. Se penso che quest’omo nero è il presidente della Fiorentina, mi viene voglia di piangere !!!!

    Se avessimo avuto campedelli o corsi l’anno scorso a gennaio, lo vedevi il comparto sportivo che gioia ci avrebbe dato…

    Tornate a Piceno….!!!!!!!

  5. Ma come di quale compartimento? Di quello senza il Cognigni. Se si vince lo scudetto senza il Cognigni a tirare la volata, lassù in alto, in società, il comparto sportivo non funziona, è inefficiente. Se invece si retrocede in B con Cognigni in prima fila, e al comando, il comparto sportivo è perfettamente efficiente. Cognigni è sinonimo di efficienza, e non, come qualcuno amerebbe dire, di defic… no, è una parolaccia, defic… enza, non si può dire. Comunque stanno così le cose. Ma mi pare di aver subodorato mancanza di Fede Cieca et Absoluta nell’articolo, ragazzi, nel 2017, a Firenze, se non si ha Fede Cieca et Absoluta nell’operato efficiente del Cognigni si fa la fine del Savonarola…. esiste un solo Dio, e Cognigni è il suo Prof… no! il Suo Vicario. E Firenze è nelle Marche, e non è neppure capoluogo, chiaro?

  6. Il vertice era sempre il gnigni è lui che prende le decisioni in fioeentina.

  7. Ovvio che non lo dirá mai chiaramente ma non parlava del comparto sportivo ma della bella idea che hanno avuto a toglierlo il comparto sportivo per inserire figure alla rogg a intromettersi e ad occuparsi del mercato come fa proprio lui che però e il braccio della proprietá e quindi si può solo prendere atto di ciò come quando de laurentis parla a sproposito o vuole togliersi un capriccio , far di testa sua e quindi prendere attaccante del genoa che non gli serviva a nulla.
    Comunque il comparto sportivo era Macia Montella e Pradé ma é stato sciolta da quanto hanno aggiunto Rogg che hanno tolto macia e defilato Pradé.
    Poi vi É stato qualche episodio come Sousa che preme per kalinic ma poi un anno dopo dice io alleno solo quelli che mi danno e da quest’ anno corvino perché cercavano un compromesso tra niente comparto tecnico e metgere uno del mondo del calcio a gestire se non in autonomia ma quasi a patto però che spenda solo la parte dei proventi delle cessioni che gli concedono e senza farsi prendere da pruriti tipo alzare il livello, fare ultimo salto , dare fastidio alle big ma rimarcare che quello si sta facendo é gia tanto ed é vero perché montella, Macia e prade stavani facendo un miracolo sportivo.
    I della valle avevani scelto alla grande con chi ripartire ma si é andati oltre alle aspettative ed hanni stravolto tutto per poi cercare un cognini ma calcistico e richiamare Antognoni ler darci un mini.o di contentino che sul campo é dura averlo.
    Juve roma e napoli sono di un altro livello. Le milanesi vorranno rilanciarsi e la viola non vede in nessun giocatore certezze per il futuro ma un tesoretto a da utilizzare solo in parte e quandi vogliono ma senza arrivare in champions altrimenti ingaggi aumentano come appeal della squadra e voglia di restare dei bernardeschi ; kalinic . gonzalo . di quelli buoni insomma che oerò alle volte restebbero cmq

  8. Questi han la faccia come il ….

  9. Corvino e venuto certamente per il comparto sportivo=vendere piu giocatori possibili e abbassare sostanzialmente il monte ingaggi… al mercato poi due cetrioli e tre fichi secchi (ci fosse da realizzare qualche matrimonio) riesce sempre a chiapparli.

    Santa Plusvalenza è il principio d’ordine del DEMOTIVATORE e del suo mentore DDV!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*