Il paradosso di Rossi: Vuole giocare ma nessuno lo vuole

Giuseppe Rossi Allenamento

Giuseppe Rossi vuole giocare, per questo il rapporto con Sousa è ormai ai minimi termini. Pepito sente di essere tornato a tutti gli effetti un calciatore vero, uno da 90 minuti, e per questo chiede l’opportunità di mettersi in mostra da titolare. Alla Fiorentina, però, il posto non è garantito a nessuno e Sousa non vede in Rossi un giocatore adatto a disputare 90 minuti con la maglia viola, e la controprova è arriva a Torino contro la Juventus. Pepito però si deve scontrare con la dura realtà visto che ad oggi nessuno si è mosso concretamente per lui. Le pretendenti latitano, difficile trovare una squadra che gli possa garantire il posto già ad inizio campionato. E dunque cosa ne sarà di Rossi? Se Pastorello e Corvino non dovessero riuscire a trovargli una squadra il suo destino sarebbe quello di rimanere alla Fiorentina almeno fino a gennaio per poi partire definitivamente per un’altra meta o aspettare a Firenze la scadenza del contratto nel giugno 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Rossi purtroppo non prende atto della realtà e nella sua testa si sente il campione di qualche hanno fa, Sousa è un talebano col granito dentro il cervello, limitato e rigido ha fatto un girone da retrocessione e continua imperterrito. tutta Italia ha visto che Ilicic e Berna ci facevano giocare in 9, lui no. metti Rossi e Zarate contro i bravi ma lenti difensori gobbi e vediamo. almeno prova !!!!!!

  2. A Sousa masncadal suo vocabolario la parola IMPREVIDIBILITA’..il suo calcio dopo che e’ diventato prevedibile e stato annullato spesso e volentieri..Non a caso in panchina al momento Sousa ha Rossi, ilicic, e Zarate ..GLI UNICI CHE HANNO NELLE LORO CORDE L’IMPREVEDIBILITA’…QUELLA CHE TI FA VINCERE LE PARTITE QUANDO GLI AVVERSARI DOPO AVERTI STUDIATO SUL CAMPO RIESCONO AD ANNULLARTI

  3. L’Esempio lampante di quello che dico e’ Bernardeschi … per poter giocare con Sousa ha dovuto mettere da parte tutta la fantasia che aveva , tirare fuori tutte le sue energie da ventenne e fare squallide figure di gragario su e giu’ per il campo con la lingua di fuori… FORSE il calcio e’ cambiato , forse sono rimasto indietro ma dover pensare che giocatori come Baggio, Rui Costa , Antognoni in questo calcio non troverebbero piu’ spazio mi lascia molta malinconia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*