Questo sito contribuisce alla audience di

Il passo avanti di Zekhnini rispetto a Toledo

A pensare alla definizione di “oggetto misterioso” non può che venire in mente Hernan Toledo, esterno argentino classe ’96, arrivato la scorsa estate come “colpo di mercato”, secondo le parole di Andrea Della Valle, e rispedito al mittente dopo appena cinque mesi, senza un minuto in campo e con tanta fatica ad imporsi anche da fuori quota in Primavera. Per lui spazio solo in qualche amichevole, tra Cesena, Celta Vigo e Schalke, prima che Sousa se lo dimenticasse: zero gol, zero presenze dal primo minuto in pre campionato e zero segnali incoraggianti. Niente di niente. In tal senso, il norvegese Zekhnini è partito con un altro passo, anche se a differenza dell’argentino si è trovato davanti i dilettanti del Trento. Un gol e delle belle giocate: ok il valore dell’avversario, ok la preparazione già buona, ma l’aspettativa non può che essere incoraggiata dai primi step, già più positivi rispetto al predecessore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*