Il Pescara e quella strana moda di cambiare

La squadra di Paulo Sousa, rientrante dal periodo di vacanze natalizie, si preparerà per la sfida del 8 Gennaio contro il Pescara allo Stadio Adriatico. Una sfida che sulla carta, e solo sulla carta, può sembrare abbastanza abbordabile per i viola, ma che ovviamente presenterà molte insidie alle quali il tecnico portoghese dovrà fare molta attenzione. Si perché il Pescara, che fino ad adesso in 17 giornate ha totalizzato solo 9 punti ( di cui 3 grazie alla vittoria a tavolino contro il Sassuolo), svolge la parte del fanalino di coda a pari merito con il Crotone. Dall’Abruzzo arrivano però notizie di una rivoluzione nello spogliatoio dell’ex milanista Massimo Oddo: il presidente Sebastiani sembra interessato a fare “piazza pulita” dei suoi e ad attuare un ricambio importante in termini numerici. Si perché vista l’imminente partenza di Aquilani e di qualche altro pezzo della rosa, gli abruzzesi nei giorni scorsi hanno messo gli occhi su molti giocatori ( Ledesma, Stendardo, Gnokouri e Budimir su tutti) per provare a cullare ancora il sogno salvezza. Questa strana moda di cambiare quasi totalmente la propria rosa pare però non portare proprio benissimo. Da ricordare ciò che fece il Carpi che l’anno scorso, durante la sessione invernale, sostituì addirittura 11 individui della rosa iniziale e che alla fine non riuscì nell’impresa di salvarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*