Questo sito contribuisce alla audience di

Il Pescara e un precedente che non fa ben sperare VIDEO

Il 6 gennaio 2013 viene ricordato dai tifosi della Fiorentina come un giorno amaro, nel quale la squadra allenata all’epoca da Vincenza Montella perse al Franchi contro il Pescara per 2-0: a decidere la partita i gol di Jonathas e Celik, ma soprattutto le parate di un giovane Mattia Perin. L’attuale portiere del Genoa salvò il risultato per gli abruzzesi con delle parate eccezionali nel primo tempo, mentre nella ripresa il colpo di testa dell’attaccante brasiliano diede il vantaggio al Pescara: nei minuti di recupero poi, Celik rubò il pallone a Roncaglia e si involò verso Neto trafiggendolo per il 2-0 finale. Quei punti si rivelarono fondamentali alla fine del campionato, dato che se avesse vinto con il Pescara la Fiorentina avrebbe finito al terzo posto, conquistando così il pass per i preliminari di Champions League. Anche nel 2017 la prima gara dei viola sarà contro gli abruzzesi, anche se a campi invertiti: l’augurio di tutti i tifosi è che questa volta a vincere siano i gigliati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*