Il primo esame Mister Sousa

Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com
Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com

Il calcio, per certi aspetti, è un gioco semplice e c’è una regola che vale sempre e comunque: i risultati decidono il destino degli allenatori. E allora un dirigente può giurare e spergiurare che la posizione di un tecnico non è in bilico ma state certi che è una verità fino ad un certo punto. Una situazione che calza a pennello per Paulo Sousa. Nella seconda parte della scorsa stagione ha campato di rendita per quello che ha fatto da agosto a gennaio, ma ora che è ripartito da zero, questo patrimonio non conta più nulla.

E allora ecco che per Mister Sousa è arrivato il tempo di esami, quattro o cinque di fila, dove si deciderà il suo futuro alla Fiorentina. Il primo già stasera, contro lo Slovan Liberec in Europa League, il secondo ben più impegnativo a Cagliari in campionato. E poi? Poi si vedrà. Il cammino del portoghese ora sembra essere in salita e lastricato di ostacoli (uno su tutti il superamento del mal di gol). Intanto Pioli, e forse anche Garcia, osservano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Io accetto tutti i pareri, ma non so trattenermi quando sento parlare di un certo Garcia…..
    Penso, spero che questa sia solo una provocazione per fare esprimere qualche tifoso timido e/o
    inesperto….

  2. ….ma quali Pioli e Garcia, Sousa arriverà alla fine del suo mandato, a meno di debacle paurosi…i Della Valle non mandano mai via un allenatore a campionato in corso; lo scarso rendimento del gioco non è solo colpa di Sousa, ma di alcuni giocatori che attraversano un calo di forma, oltre a mancanza di ruoli chiave, quali gli esterni di fascia che saltino l’uomo, un vero terzino dx, un centyrocampista veloce e propositivo che distribuisca il gioco, naturalmete il tutto dovrebbe portare ad una velocizzazione del gioco, in verticale con inserimento dei centrocampisti in area avversaria

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*