Il prototipo dell’attaccante moderno

Nella Fiorentina che ha sbancato lo stadio Bentegodi è brillata la stella di Nikola Kalinic e ormai questa non è più una sorpresa: arrivato nel silenzio generale dal Dnipro l’attaccante croato ha vinto fin da subito la concorrenza di Babacar prendendosi la titolarità dell’attacco gigliato. I numeri non mentono mai e per lui in particolare parlano chiaro: in campionato il numero nove viola ha segnato 6 gol ma non sono le reti che l’hanno reso un titolare inamovibile. Paulo Sousa infatti pretende dal suo attaccante centrale un pressing continuo ed un lavoro continuo spalle alle porta e Kalinic in questo è formidabile. Nikola corre, lotta, sgomita e pressa e quando ha palla è abilissimo nel cercare scambi continui con i compagni: inoltre la sua tecnica gli permette di sfidare i diretti avversari anche nell’uno contro uno. Senza dimenticarsi dei gol, il pane quotidiano per tutti gli attaccanti: dopo essersi sbloccato contro il Bologna l’ex Dnipro ha matato l’Inter con una tripletta che rimarrà nella storia viola, per poi ripetersi contro il Napoli e ieri sera contro l’Hellas. Ecco, l’azione che ha portato al secondo gol contro i gialloblù è l’emblema del giocatore che è: Kalinic riceve palla a centrocampo e lancia Rossi, il croato fa tutto il campo a corsa e spinge in porta l’assist di Pepito. Gioco di squadra e killer instinct da vero bomber: questo è il numero nove viola, il prototipo dell’attaccante moderno che fa contento Paulo Sousa e sognare i tifosi viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Non lo conoscevo,ero scettico ma alla prima di campionato contro il Milan mi ha subito impressionato per come si muove con e senza palla…

  2. Osservatori del chelsea……occhio ….. finalmente la n9 la indossa un vero attaccante….

  3. Anch’io come molti che lo conoscevano poco ( o niente ) sono rimasto colpito in positivo. Uno che si sbatte come fai tu e al tempo stesso con delle doti tecniche notevoli e’ solo da applaudire … GRANDE

  4. Oltre all’abnegazione mette in campo capacità tecniche e una comprensione calcistica sopra la media..un gioiello! Grazie sousa!

  5. Lunga vita a kalinic..copriti bene e non prendere il rsffreddore..altrimenti son dolori

  6. E’ un grande!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*