Il punto di mercato del centrocampo: la spinta italiana ma spazio anche ai Balcani

image1

E’ forse con il centrocampo che la Fiorentina potrebbe incrementare la sua dote di italiani: un nome su tutti è quello di Emanuele Giaccherini. Il calciatore sarebbe ben felice di venire a Firenze, Corvino lo adora da tempo ed il prezzo non supera i 3-4 milioni di euro, vista la scadenza di contratto vicina con il Sunderland. Sta alla Fiorentina decidere se affondare il colpo o meno, con la concorrenza di Bologna e Torino sullo sfondo. Oltre a lui la candidatura di Faragò, per il quale però il Novara chiede troppo. Spazio quindi ai Balcani: Mihajlovic del Partizan, Rog della Dinamo Zagabria e Ivan della Sampdoria, tutti talenti provenienti da una terra che Corvino ama particolarmente e dalla quale potrebbe pescare ancora una volta. Sempre in ottica adriatica c’è da fare i conti anche con la situazione di Milan Badelj: il croato di per sé non ha mai espresso intenzioni bellicose ma il suo procuratore sta facendo innervosire la Fiorentina. Per questo le ipotesi di sostituzione, con l’ultima, difficile, strada che porta a Sahin. Infine la possibile pesca in Olanda, dovei viola seguono Vilhena del Feyenoord e Propper del Psv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Propper l’unico veramente all’altezza per dare polmoni e forza a un centrocampo a tre con ai fianchi Vecino e B. Valero, ma anche per uno a due con Valero spostato a fianco di Ljajic e Rossi da alternare con Giaccherini.
    Il problena è la punta perchè Kalinic mi sembra un fuoco fatuo e Gabbiadini non c’è lo daranno mai. Ecco che potrebbe essere interessante Pellè e meglio Zazza,ma temo saranno ambedue impossibili.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*