Questo sito contribuisce alla audience di

Il punto su prestiti e comproprietà: il centrocampo

SalifuSono tanti i calciatori di cui la Fiorentina di Vincenzo Montella detiene il cartellino, alcuni in prestito per fare esperienza mentre altri in comproprietà, formula che verrà abolita a partire dal prossimo mercato. In vista della prossima sessione estiva, alcuni di questi elementi potrebbero rientrare alla base, altri potrebbero essere utilizzati come pedine di scambio per arrivare ad acquisire altri calciatori, mentre altri ancora potrebbero ancora necessitare di una stagione di crescita in prestito. Analizziamo la situazione relativa al centrocampo.
Amidu Salifu: Sotto la guida di Walter Alfredo Novellino al Modena non solo Khouma el Babacar è riuscito a sviluppare le ottime potenzialità, ma anche il centrocampista Amidu Salifu, classe 1992 di Accra. Al Braglia, l’ex Catania ha totalizzato ventotto presenze, e la situazione contrattuale tra gigliati e canarini è chiara: prestito con diritto di riscatto, che verrà sicuramente esercitato dagli emiliani date le ottime prestazioni, e contro-riscatto per la comproprietà. La cosa certa è che comunque vada la trattativa tra le due società, Salifu farà un altro anno in prestito.
Borsino possibile permanenza: 10 %
Francesco Di Tacchio: Storica promozione per la Virtus Entella dalla Lega Pro alla Serie B, ed uno dei punti di riferimento della formazione di Luca Prina è stato Francesco Di Tacchio, centrocampista in prestito dalla Viola. In questa stagione in biancazzurro Di Tacchio ha raccolto più di venti presenze, ma nonostante ciò è impossibile prevedere un suo futuro con la maglia gigliata.
Borsino possibile permanenza: 0%
Romulo:Un calciatore che ha stupito tutti, anche il commissario tecnico Cesare Prandelli che ha deciso di convocarlo, è stato Romulo, classe 1987 dell’Hellas Verona di Andrea Mandorlini, giunto al Bentegodi nell’estate del 2013 in prestito con diritto di riscatto dalla Fiorentina. Viste le fantastiche prestazioni, la formazione scaligera eserciterà il diritto di riscatto di 3 milioni di euro, anche alla luce del cattivo rapporto tra l’italo-brasiliano e l’ambiente viola.
Andrea Lazzari: Un altro elemento che difficilmente farà parte della formazione di Vincenzo Montella in vista della prossima stagione è Andrea Lazzari, centrocampista finito nell’estate 2013 in prestito all’Udinese di Francesco Guidolin. Con la formazione bianconera il vivaio Atalanta ha trovato una discreta continuità, che però non ha convinto la dirigenza friulana per il riscatto. Però il ritorno al Franchi sembra solo di passaggio, visto che Lazzari non rientra neanche nei programmi toscani.
Borsino possibile permanenza: 5%
Aleksandar Iakovenko: la sua presenza in maglia viola è stata quasi mitica, viste le poche presenze e la povertà tecnico del suo minutaggio, che a gennaio ha costretto la dirigenza a spedirlo in prestito in Spagna, al Malaga. La formazione della Rosaleda ha annunciato di voler continuare il rapporto con l’ex Anderlecht, per la felicità di tutti.
Borsino possibile permanenza: 1%
Matias Vecino: discorso analogo a quello di Iakovenko va fatto anche per il fantasista uruguaiano, che però ha certamente mostrato qualcosa in più a livello tecnico. Futuro che continuerà a Cagliari per lui.
Borsino possibile permanenza: 1%
Federico Carraro: Nonostante le tante lodi ricevuti nel settore giovanile della Fiorentina, il talentuoso Federico Carraro negli anni si è un po’ perso nell’anonimato dopo i prestiti a Modena, Pro Vercelli e Gavorrano. Attualmente in comproprietà con il Pavia, quasi sicuramente verrà utilizzato come pedina di scambio.
Borsino possibile permanenza: 0%
Daniel Agyei: Discorso analogo a quello fatto per Amidu Salifu è quello per Daniel Agyei Kofi della Juve Stabia.
Borsino possibile permanenza: 10%

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Mi dispiace moltissimo per carraro con la primavera era molto meglio di matos.. si vedeva che aveva un grande talento!! Poi si è perso.. Veramente un grande peccato!!

  2. No sottovalutiamo alcuni bravi giocatori che abbiamo…e magari acquistarne altri peggiori. La societa` Viola dovrebbe acquistare massimo 3 ma buoni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*