Questo sito contribuisce alla audience di

Il punto sul mercato: Corvino alle prese con Bernardeschi e Kalinic. In entrata due nomi

Il mercato della Fiorentina si appresta a vivere giorni caldi e decisivi sia sul fronte Bernardeschi e Kalinic. Il primo con la trattativa che dovrebbe entrare nel vivo nelle prossime ore, anche se la Juventus ha altre priorità in questo momento, e per Kalinic servirà ancora più pazienza. Bernardeschi ha scelto la Juve e viceversa ma manca ancora un accordo totale con la Fiorentina che nel frattempo ha sondato il terreno per Pjaca, risposta tiepida della Juve, disposta a parlarne per abbassare il prezzo mentre più fredda se Corvino vuole intavolare una trattativa separata. Questo senza dimenticare che la Juve ha proposto anche Rincon e Sturaro come eventuali contropartite, con la Fiorentina che potrebbe scegliere uno dei tre.

Kalinic è tornato in Croazia con il suo procuratore e in accordo con la Fiorentina per riflettere sul futuro. Il giocatore non vuole più stare a Firenze e lo ha già detto a chiare lettere ma la trattativa tra Corvino e lo stesso Milan è in fase di stallo perché Fassone si è gettato su Aubameyang con Kalinic in secondo piano. Situazione da monitorare ma i rossoneri in questo momento hanno messo il croato in seconda fila mentre la Fiorentina non schioda dalla richiesta da 30 milioni di euro. Corvino dunque è un po’ incartato ma in entrata vuole chiudere al più presto per Eysseric e Zekhnini, due operazioni concluse ma non ancora ufficializzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Perchè bonucci non l’abbiamo preso noi invece di farlo andare al Milan? Perchè noi gli abbiamo meglio?

  2. Sono d’accordo con te Guevara!!

  3. Corvino è il migliore di tutti . Qui sono abituati a fare come gli pare ma con lui è cambiato tutto. Se volete andare via portate i soldi altrimenti zitti e pedalare . Grande corvo con te siamo tornati ad essere una società seria .

  4. Questo perché la proprietà è assente e la gestione sportiva è stata affidata a un Incompetente.

  5. Corvino sta dimostrando tutta la sua incapacità nel gestire queste situazioni. Con la sua presunzione e supponenza farà perdere soldi alla società. Basta con i due Co (Cognini & Corvino) fuori dai Co….ni

  6. Criviola, non c’hai capito un ca..volo! I DV non c’entrano con la cessione di Borja a due lire. La colpa è solo del panzone pugliese. Corvino fuori subito!!!!!!!!!

  7. Corvino fuori dalle palle e Gnigni a ruota! Salica presidente e Antonio diesse. Subitoooooo!!!!!!!

  8. @criviola, mi pare che tra i due giocatori ci sia qualche differenza. La prima è che uno è un nazionale argentino, e ha disputato una finale mondiale tre anni fa, Borja la nazionale la vede come me e te. Davanti alla TV, e non veniamo fuori con i soliti discorsi che ci sono dei fenomeni in Spagna. Non viene convocato nemmeno come riserva a casa. La seconda è di ordine fisico l’ultima volta che ha vinto un contrasto aveva 15 anni, dopo li ha sempre persi. Da ultimo c’è un problema tattico. È un bravo a fare tutto, ma specialista in niente. Insomma, intorno a Biglia, costruisci una squadra. Lo spagnolo la impreziosisce e basta. Ecco spiegata la differenza di prezzo. Ad majora e SFV.

  9. Gran casino di Corvino. Sta svendendo giocatori e a volte non riesce neanche a svendere. Ci sta letteralmente rovinando: Gonzalo, Valero e poi Kalinic e Bernardeschi. Quando si deciderà a cacciarlo?

  10. Biglia e’ nato a gennaio 1986 mentre Borja Valero esattamente 1 anni prima…il Milan ha pagato alla Lazio 17 milioni più 3 di bonus, l’Inter ai braccini a fatto l’elemosina di 5 più 1.5 di bonus…Tra Biglia e Borja c’è solo 1 anno, secondo voi ci sono 14 milioni di differenza? La realtà e’ che i DV sono talmente tirchi che non sanno vendere, per paura di non incassare accettano subito la prima offerta! Spalletti voleva Borja? Bene, costa 10 milioni più bonus bisognava dire, altrimenti resta qui…invece i soliti teatrini…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*