Questo sito contribuisce alla audience di

Il punto sul mercato: Corvino mura il Tianjin, Della Valle si occupa di Kalinic. Zarate vuole giocare

Kalinic esulta dopo un gol. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Si era detto che il futuro di Nikola Kalinic sarebbe stato scritto dopo la partita contro la Juventus, e così sarà. I viola, dopo la bella vittoria di ieri sera, si rigettano a capofitto sulla delicata situazione del croato, ma ripartiamo dalle parole dei massimi dirigenti della Fiorentina e per la precisione da Corvino. Il direttore generale, prima della partita contro la Juve, ha detto: “Per Kalinic non abbiamo ricevuto offerte e comunque c’è una clausola rescissoria”. Parole chiare che sanno anche di richiesta ufficiale al Tianjin, se volete Kalinic dovete pagare (anche se la sensazione è sempre la stessa, la Fiorentina lo venderebbe anche a 40).

Se del Tianjin se ne occupa Corvino di Kalinic se ne occupa Andrea Della Valle che sempre ieri sera ha ammesso: “E’ un discorso delicato, il problema è capire il ragazzo. Farò altri tentativi in questi giorni però non mi fate dire altro”. Discorso da interpretare come la volontà dello stesso Della Valle di capire le reali intenzioni di un Kalinic che sarebbe propenso ad accettare la super offerta cinese ma che continua a prendere tempo. Il patron della Fiorentina, come detto, parlerà nei prossimi giorni con Kalinic per avere una risposta definitiva e impostare il presente e il futuro della squadra. Ad oggi le sensazioni sono sempre le stesse, Kalinic ha preso in considerazione l’offerta, è propenso ad accettare ma non è ancora convintissimo, d’altro canto il Tianjin nicchia a presentare l’offerta giusta e allora la vicenda resta in fase di stallo.

Capitolo Zarate: si riapre la questione perché il giocatore, che sperava di aver scalato un po’ le gerarchie interne di Paulo Sousa ha capito che così non è e dunque i suoi agenti si stanno muovendo per capire cosa offre il mercato. L’Inghilterra è l’ipotesi più concreta con il Watford che può approfittarne, ma non è l’unica squadra. Dunque anche Zarate torna sul mercato ma dipende tutto solo dalla sua volontà.

Intanto Lezzerini fa le valige e si prepara ad andare in Serie B per mettersi alla prova con una nuova avventura da protagonista. C’è l’Avellino nel suo futuro ma attenzione sempre al Vicenza che si è inserito nella trattativa e che sta provando a convincere anche il giocatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Ma di chi è la sensazione che a 40 si vende? vostra? Ma chi siete?
    Cosa portate? Un fiorino! Redazione

  2. Zarate vuole giocare: vada al watford e si faccia accompagare da ilicic.

  3. Rinnovare a Gonzalo che anche domenica ha fatto vedere che gran giocatore è ancora..vendere ZARATE ilicic e baba….e con i soldi della vendita ..17-18 milioni prendere una seconda e una prima punta …se va via kalinic provare a prendere Zapata dell’Udinese..Badelj trattenere fino a giugno poi vendere e sostituire..in difesa via tomovic e puntare su un italiano..FV

  4. ho letto da una parte che il difensore del leverkusen papadopolous è andato all’amburgo!
    un si poteva prende noi?
    un credo sia costato tanto, e poi, a mio avviso, è molto forte…..

  5. Traduzione: Kalinic lo venderanno (dipende dal ragazzo e dai cinesi, non dalla Fiorentina che ha un contratto! Basterebbe dire che, se non pagano la clausola resta qui), ma non subito, altrimenti ci sarebbe tempo per trovare un sostituto e i della valle dovrebbero spendere, ma verso il 27/28 gennaio, quando ci prometteranno che investiranno i soldi a luglio (e, a luglio, appunto, si scoprirà che c’è un buco di bilancio ecc.ecc.ecc….). Quanto siete disposti a farvi prendere ancora in giro? Io è da un po’ che non lo sono più!

  6. Redazione….ma novità su GONZALO? se non rinnova per andare in un altro club in italia ci rimarrei malissimo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*