Questo sito contribuisce alla audience di

Il punto sul mercato: il silenzio assordante di Kalinic, mentre la Fiorentina è pronta a trattare

Andrea Della Valle sorridente. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Nikola Kalinic cosa farà? E’ la domanda che accompagna i tifosi della Fiorentina già da prima dell’apertura ufficiale del calciomercato di gennaio ma che ancora non ha una risposta definitiva. L’attaccante croato nicchia e non risponde all’offerta da oltre 10 milioni all’anno del Tianjin. Cannavaro vuole lui, lo ha detto anche il presidente del club, e l’offerta è di quelle da far tremare i polsi ma ancora la risposta definitiva del giocatore non è arrivata. Perché? Forse perché non convinto dalla Cina, forse perché semplicemente ne vorrebbe di più.

E la Fiorentina che fa? La società è pronta a trattare anche per un’offerta da 38 milioni di euro, perché chiunque è consapevole che comunque sarebbe un’offerta vantaggiosa per la Fiorentina e che a giugno nessuno metterebbe sul piatto tale cifra, e sappiamo che comunque Kalinic in estate chiederà la cessione. Ad oggi i cinesi offrono massimo e non oltre 38 milioni di euro, prendere o lasciare. Corvino è a Milano per incontrare proprio gli intermediari del Tianjin e ricevere l’offerta ufficiale dei cinesi.

Dunque manca l’ultima parola, quella di Kalinic, perché per il resto i giochi sono tutti quasi fatti. La Fiorentina è pronta a prendere in considerazione, e ad accettare, l’offerta da 38 milioni di euro (che con i bonus può arrivare tranquillamente almeno a 40) ma spetta al giocatore il verdetto finale dell’operazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. Darioneviola, su Cuadrado hai perfettamente ragione

  2. Andreuccio domenica è stato chiaro: ” in settimana proverò a riparlare con il ragazzo “… ed infatti come per Cuadrado verrà OBBLIGATO ad andare via

  3. Come era ampiamente previsto, la faccenda sta andando per le lunghe. Io sono convinto che l’affare sia stato già concluso, ma la società Viola attende qualche giorno per trovare la scusa di non aver tempo di investire i soldi ricavati dalla cessione di Kalinic. E’ un refrein già visto, già sperimentato, naturalmente da una società che ha a cuore l’aspetto economico e non quello tecnico. Purtroppo c’è gente che continua a dire “però 40 milioni sono tanti…” pensando che poi siano reinvestiti, ma io non riesco a gioire del fatto che i 2 fratelli si mettano in tasca i soldi dei NOSTRI calciatori.

  4. Batistuta fu venduto a 70 mld di lire, io credo che sia un affare darlo via a 40mln di euro, certo poi devono ricomprare. Io mi sono rotto le scatole di vedere giocare il 30ino di quello o il 27ino di quell’altro.

  5. Sobbillatori, nn sviluppatori

  6. Mi son letto tutto, articolo e commenti.
    Leggo di gente indignata per “chi sobbilla”, sdegnate censure “per chi offende i DV” e per chi nn censura “chi offende i DV” …… uno pensa, “ma guarda quanto sono politicamente corretti questi !”. Sicuramente sarà gente dal temperamento mite che predilige un dialogo pacato, ricco di argomenti tangibili e senza alcun eccesso. Invece nisba ! “Pennivendoli !” per la redazione di questo sito (qualcuno potrebbe definirla un’offesa), “sviluppatori che stravolgono la realtà” (altra offesa ?) per concludere con una filippica che culmina con un’accusa di star perpetrando “un reato” (qui più che offesa, pare un’intimidazione). Un consiglio per gli amici Dellavallici: se volete vestire i panni delle vergini vestali, paladine della verità (naturalmente quella vostra), comportatevi di conseguenza.
    Sopratutto nn rompete le ***** a chi qui, come ovunque, si comporta molto linearmente: rispetto chi rispetta me, prendo per i fondelli, chi piglia per i fondelli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*