Il punto sul mercato: Kalinic deve scegliere, ma aspetta la Juve. Due le alternative

Kalinic esulta dopo un gol. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Pescara, Chievo e Juventus la Fiorentina domenica inizierà proprio contro gli abruzzesi un ciclo di tre partite in una settimana che culminerà con la sfida casalinga contro i bianconeri del 15 gennaio. Allora Kalinic sarà chiamato a dare una risposta definitiva alla Fiorentina sulle sue intenzioni sull’immediato futuro. In questi giorni ci sarà un nuovo affondo del Tianjin che ha colto una piccolissima apertura da parte di Kalinic ed alzerà le cifre dell’ingaggio andando ben oltre i 10 milioni offerti qualche settimana fa. La Fiorentina, invece, aspetta l’offerta da 50 milioni di euro che ancora non è arrivata e poi lascerà andare il croato.

Detto questo c’è anche un mercato in entrata da monitorare se dovesse partire Kalinic con due nomi su tutti, entrambi con il West Ham in comune. Il primo è Zaza, la Juventus ad oggi chiede 20 milioni di euro per lasciarlo partire e lui vorrebbe restare in Italia. La Fiorentina c’è ma l’offerta parla di un prestito con diritto di riscatto. Corvino non ha intenzione di fare acquisti a titolo definitivo e dunque questa è la proposta per la Juve che per ora rifiuta e guarda altrove ma in questo senso il tempo gioca a favore della Fiorentina. Da registrare, comunque, anche il pressing del Valencia che anche senza Prandelli vorrebbe portare Zaza in Spagna.

L’altro nome è Calleri, vecchio pallino di Corvino ai tempi del Bologna e attaccante mai completamente dimenticato dal direttore generale della Fiorentina. Calleri non è in cima alla lista di Corvino ma è un nome da tenere in considerazione, con il viola pronti ad approfittarne visto che anche il suo futuro non sarà al West Ham. Calleri, argentino di nascita ma con passaporto italiano, potrebbe essere una corvinata di fine mercato per l’attacco della Fiorentina.

Infine, come abbiamo svelato oggi, Ilicic ha detto NO alla Cina per restare alla Fiorentina, anche se il rinnovo del contratto promessogli prima da Pradè e poi da Corvino, ancora non è arrivato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. eh ma ora diranno che servono per lo stadio….

  2. 20 milioni ?!?
    AhahahahahHhahHhH
    Buscheranno i 50 ed al massimo ne spenderanno 4 o 5 per 2 o 3 giocatori….

  3. Quelli erano un anticipo convinti che si andasse in champions e quindi si innescasse un circolo virtuoso.. Poi non è andata così e la vendita ha coperto il disavanzo che si era creato!
    I soldi non spariscono per caso

  4. Va bene dai i gobbi, quando volevano Jo Jo, stimavano, come contropartita tecnica, Marrone, 9 milioni …… nn ci ha abboccato nessuno, nn vedo per quale motivo, oggi qualcuno, dovrebbe dargli un ventello per Zaza.

  5. Corvino vai in **** te e i prestiti!!!!

  6. Zaza’ a 2 milioni dI Euro mi andrebbe pure bene, perche ‘ sono 2 milioni, non certo 20 milioni …Redazione confermate un errore di stampa? Zaza e’ valutato 2 milioni, non certo 20 giusto??
    Il West Ham lo aveva preso in prestito oneroso (5 milioni) più diritto di riscatto a 20 milioni. Redazione

  7. Qui in teoria ci vorrebbe una trattativa in stile Cuadrado…
    30 milioni di € più il prestito di Salah.
    Ovvero cedere Kalinic per 50 milioni di € e prendere un giocatore funzionale come lui.

    Il problema è che Cuadrado doveva essere “il regalo per Firenze”, poi i soldi di Cuadrado sarebbero dovuti essere reinvestiti a Giugno, poi Salah nostro per 18 mesi ed infine il riscatto di Salah.

    Insomma alla fine niente Salah e 30 milioni di € spariti.
    Ora non vorrei che quei 50 milioni di € sparissero e niente più soldi per una rifondazione della squadra!

  8. Zaza 20 milioni???????Ma vaaaaaaa?????????????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*