Il punto sul mercato: la Fiorentina accontenta Sousa con Kalinic, Borini nicchia e Basanta traballa

Kalinic

Kalinic

La Fiorentina ha preso una prima decisione nella corsa a due per il posto da attaccante, tutt’ora vacante dopo la partenza di Gomez: il nome di Nikola Kalinic è quello buono per andare completare (forse) il reparto offensivo. Disponibilità estrema e intesa di massima raggiunta con il calciatore, che al Dnipro percepisce una cifra assolutamente dentro i parametri della Fiorentina; resta, come già detto, da trovare un punto d’incontro con il club ucraino, da cui però pare esserci una sorta di fuggi fuggi, partito dal tecnico Markevyc. La dirigenza viola è pronta quindi ad accontentare Paulo Sousa, che aveva suggerito il nome del croato.

Kalinic dunque molto più, ad ora, di Borini che invece continua ad essere ancorato al suo alto ingaggio a cui va aggiunta anche la potenziale concorrenza da parte della Lazio. Non è da escludere comunque una possibile accelerata improvvisa dell’affare, anche perché di un giocatore da impiegare sull’esterno offensivo Sousa ne avrebbe bisogno. Il nome di Farias convince un po’ meno ed è comunque tenuto come carta di riserva.

In uscita sono rientrati ancor prima di nascere, fortunatamente, i potenziali “casi” Joaquin e Mati Fernandez: il cileno va verso il rinnovo fino al 2019, lo spagnolo invece non ha al momento intenzione di separarsi dalla maglia viola ma ha semmai l’esigenza di discutere con il club gigliato di cosa ne sarà nel prossimo giugno, al momento della scadenza del contratto. Destino diverso invece per Basanta, a cui Roncaglia ha di fatto rubato il posto nelle gerarchie: se ci sarà un’occasione l’argentino potrà andarsene ed a quel punto l’attenzione al mercato della difesa verrà decisamente rialzata.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. Se sousa vuole stimolare competizione sana fra i giocatori ben venga kalinic , che non oscurerà Baba ma potrà giocarsi le sue carte e perché no fare anche magari la differenza.. Quando i giocatori non si conoscono si parte con scetticismo però preferisco puntare su kalinic che su un giocatore conosciuto a prezzi esorbitanti e dal valore attuale incerto.. Borini nicchia, iturbe penso sia una boiata visto il prezzo dello scorso anno.. Ljiaijc abbordabile ma ci credo poco .. A questo punto se dobbiamo prendere un altro esterno da alternare con il Berna punterei sempre su un giocatore poco conosciuto , un po’ come fece il Napoli com mertens che si mise in mostra con la nazionale .. Purtroppo non possiamo spendere 10-15 milioni per giocatori destinati a giocarsi il posto e non venire per essere titolari , problemi che ad oggi non si fanno tante altre squadre, con la Roma che ha 50 attaccanti tutti bravi ma qualcosa dovrà vendere.. O l’Inter di quell’ imbecille di mancini che se non gli fai comprare tutto quello che vuole come con il monopoli o a fifa unn’è bono a nulla e frigna ..

  2. per il difensore centrale, suggerisco papadopolus del bayer, costerà, ma secondo me è buono!
    terzino donsah! ciliegina sarebbe mARTENS DEL NAPOLI.
    FORZA VIOLA

  3. Ma un terzino destro??? É così difficile da capire?!?

  4. Nessuno ha la presunzione di sostituirsi ai dirigenti viola, nessuno ha detto che sono scarsi, il problema è solo economico , la coperta è corta,
    Inoltre forse qualcje dirigente di troppo ci sta che nella juve ad esempio le scelte importanti spettono solo a ds , dt e presidente, nella roma i problemi erano com Sabatini e baldini insieme, 2 galli in un pollaio. Da noi ne sono circa 10 di galli ,
    Con Pradè e Macia al comando effettivamente ci stava + chiarezza e nessuna polemica ,
    Macia e Pradè sono stati i soli ad occuparsi di mercato solo al loro primo anno , anno in cui anche tutti i report medici erano comunicato ogni settimana ed era tutto molto + chiaro,
    3 anni fa nn sarebbe mai accaduta la comfusione vosta con salah e meanche con Corvino, da uno so è passato a 2 e poi a 10, son gia’ troppi cosi, nn servono altri, solo che magari se prima puntano tutto su wolace poi su milinkovic e poi il centrocampista nn serve + magari e che co stanno davvero troppe teste e nn tutte comunicano tra loro?

    Con l’attacco?prima destro, poi no, serve borjni, no serve la prima punta…

  5. @ace …scusami ma tu non lo volevi destro x via della scarsa compatibilità e del carattere…ora sembri rimpiangere…non capisco giuro

  6. Nessuno ha ragionato che croato in una stagione importante x rebic e bagadur, una stagione di crescita, connazionale spesso e sembra discreto coi piedi…un cambio certo ma può far crescere i nostri giovani.

  7. Scusatemi, ma dopo due mesi qualche considerazione occorre farla; la mia opinione è che quello della Fiorentina sia un mercato da scarabei stercorari. Si aspetta che qualcuno la molli per portare a casa le palline. Di iniziative non se ne vedono, anche Suarez è stata una cosa improvvisata e di certo non programmata. Per il resto nulla.

  8. Come al solito un mercato basato non sulla qualità ma solo ed esclusivamente sul costo dell’ingaggio, ma soprattutto senza ricoprire i ruoli scoperti, tipo terzino destro. Giocare ancora con Tomovic è un insulto al gioco del calcio. Vediamo se arriveranno i tre acquisti promessi da ADV o come al solito sono solo bugie@

  9. In difesa come centrale andreolli assolutamente no .. sarebbe un gran colpo Moreno! Altrimenti mammana del river davvero ottimo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*