Il punto sul mercato: l’obiettivo di Kalinic, i milioni cinesi e la decisione londinese. Alternative: Calleri supera Zaza

Kalinic esulta dopo un gol. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Nikola Kalinic e la Cina, una vicenda che presto sarà risolta, in un modo o nell’altro. La Fiorentina, ad oggi, non ha ricevuto alcuna offerta ufficiale e da questo punto di vista è tutto fermo, con il giocatore che invece sta valutando attentamente la proposta del Tianjin. Il suo obiettivo era arrivare a un contratto da 15 milioni di euro netti a stagione e i cinesi sembravano pronti ad accontentarlo ma il governo cinese ha chiesto più cautela e oculatezza ai suoi club e dunque la situazione potrebbe tornare in ballo. Nel’incontro che si terrà a Londra domani le parti metteranno le carte in tavola e i cinesi cominceranno a capire di persona le intenzioni di un Kalinic che più passano i giorni e più sembra intenzionato ad accettare.

Avevamo però sottovaluto l’importanza del comunicato dell’Amministrazione Generale dello Sport cinese che chiedeva cautela sul mercato per evitare spese folli e così anche l’affare Kalinic può risentirne. Il croato accetterà comunque la Cina? E’ ancora presto per dirlo, ma le sensazioni ad oggi propendono per il sì, mentre la Fiorentina chiede 50 milioni ma è pronta ad accettarne anche 45.

Se parte il croato si apre la ricerca all’alternativa. La Juventus ha un accordo totale con il Valencia per Zaza e fosse per loro l’attaccante sarebbe già in Spagna. Ma Zaza sta valutando tanti aspetti, primo su tutti vorrebbe tornare in Italia e secondo, non meno importante, la delicata situazione che sta vivendo in questo momento il Valencia stesso, nei bassifondi della Liga e con un caos interno niente male. Dunque ad oggi la prima alternativa si chiama Calleri, vecchio pallino che Corvino segue e monitora da anni. Anche lui in uscita dal West Ham che sarebbe pronto ad accettare anche una cessione in prestito (quello che cerca la Fiorentina).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Il tuo ragionamento è perfetto! Faranno come hanno fatto per Alonso! Uno forte via e due scarsi dentro!

  2. L’ho visto giocare Calleri non mi sembra un gran che ha trovato meno spazio di Zaza nel West Han ed è tutto dire , piuttosto inizio nel dubitare delle grandi doti di Corvino nel trovare potenziali campioni perché fino ad ora quando aveva i soldi e qui tutti sono bravi ha trovato i vari Jovetic Liajic Nastasic senza i lilleri devo ancora troverne uno buono che ha portato il Corvo.

  3. Kalinic andrà via anche a meno della clausola e arriverà un bombe dal Brasile che anni fa salvò la longobarda dalla retrocessione..tal ARISTOTELE..in alternativa c’è sempre la pista BALOTELLI che viene monitorata giornalmente…FIDATEVI CHE È MENO FANTASIA LA MIA DELLA VOSTRA..FV

  4. Per Ste
    ma che ti interessa se arrivano 10 milioni in più o in meno, tanto questi qui non li investono nella Fiorentina, ma se li mettoni in tasca alla nostra faccia. Quindi meno ce ne danno e meglio è.

  5. Leggo ancora di tifosi che sperano che i Della Valle investano i soldi che incasseranno dalla cessione di Kalinic. Ma quante volte ci devono prendere in giro per capire che la proprietà tiene la Fiorentina solo per guadagnare? State tranquilli Kalinic rimarra qui fino al 26-27 gennaio, tanto per non avere tempo per far arrivare un sostituto (prenderanno un bidone in prestito e daranno fiducia – !!! – a Babacar), prometteranno di fare gli investimenti a luglio e qualcuno ci crederà pure! SVEGLIA!

  6. Questi cinesi… comprano il milan x 1 miliardo e a noi rompono gli zebedei per 10 milioni in più o in meno. Tutto il mondo è paese!

  7. x il dubbio, quando si tratta di acquistare giocatori, per la viola, il problema è l’ingaggio fuori budget

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*