Il rammarico del quasi viola Grassi, il proc.: “Paga una valutazione sbagliata e quest’anno ha perso sei mesi”

Sembrava ormai un giocatore viola nel gennaio 2016 Alberto Grassi, centrocampista messosi in luce nell’Atalanta. Invece poi preferì andare a Napoli, senza però trovare mai spazio; a Radio Crc il suo agente Mario Giuffredi è tornato sulla questione: “Mi arrabbio quando si parla di lui in un certo modo, era considerato uno dei giovani più promettenti ma paga la situazione dell’ultimo anno e mezzo. Chiunque avrebbe fatto fatica arrivando a gennaio in quel Napoli. Poi è stato mandato all’Atalanta e c’è stata l’esplosione di Gagliardini, poi quella di Kessie, quindi Grassi è in prestito secco e la situazione va analizzata in questo senso. Il Napoli dovrà decidere cosa fare, l’anno scorso ha perso sei mesi e quest’anno è stato sbagliato rimandarlo indietro in prestito secco, quando l’Atalanta ha i propri giovani da far giocare. Lui ha pagato un’errata valutazione, ma il suo valore non si discute”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. La rovina dei calciatori, sono i procuratori ! Meglio giocare che stare lì a guardare ?????

  2. ben ti sta. chi troppo vuole nulla stringe o meglio chi troppo in alto sal cade sovente PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE

  3. Ben ti sta, hai voluto la bicicletta. Adesso pedala. Chi troppo in lto sal cade sovente precipitevolissimevolmente!

  4. Albertoviolaclubroma

    I giovani dovrebbero capire che è meglio giocare in una medio grande che fare panchina in una big.lo sbaglio è del procuratore che è stato poco lungimirante. Ora paghi le conseguenze.

  5. Purtroppo il ragazzo paga anche una tua grandemente sbagliata gestione, volevi avere tutto e subito ed hai pensato solo all’interesse del momento, sei tu che hai fatto del male al tuo assistito.

  6. stefanoviola

    La colpa è dell’avido procuratore che ha anteposto il vil denaro alla carriera di un ventenne. Il tempo per guadagnare c’era. Ora paghi gli errori, bravo.

  7. ligure viola

    Hai voluto portarlo al Napule ingolosito dalla Champions. Non sapevi che lì era chiuso da altri?
    Se veniva a Firenze giocava e non perdeva come dici mesi di attività. Pensavi che Firenze non era al suo livello! povero illuso. ora paghi.
    Anche l’agente di Praet aveva detto che Firenze non era abbastanza per lui. Ora veleggia nella Samp (sic!)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*