Questo sito contribuisce alla audience di

Il retroscena: Corvino voleva due attaccanti del PSG

I rapporti tra Fiorentina e Paris Saint Germain ci sono e sono abbastanza stretti. Un canale di mercato si è aperto nel corso della scorsa estate, quando i viola volevano Jesé Rodriguez, finito però poi a giocare in Premier League con lo Stoke City. La Nazione scrive questa mattina che Corvino però aveva provato anche a prendere due giovani attaccanti facenti parte della rosa del club parigino: Ikonè e Nkunku.

Il primo è un’ala classe 1998, andato in prestito al Montpellier. Stesso ruolo per il secondo che ha un anno in più rispetto al suo connazionale (sono entrambi congolesi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Michele da Milano

    Corvino……. mi viene da ridere solo a vederlo

  2. Rapporti talmente stretti che nessun affare è stato realizzato… Magari provassimo ad allentarli questi rapporti, chissà

  3. Possibili affari col PSG.?
    Probabile visto che avremo la stessa proprietà.
    Largo ad Al Thani

  4. Fortunatamente Jese non è venuto e che senso è prendere in prestito due ragazzi del PSG per magari valorizzarli e poi rispedirli al mittente .
    Inoltre Don Diego ha silurato AD della Tod’s perché c’è stato una perdita del 4% e invece rinnova al mago del Salento che ha fatto perdere milioni alla società con scelte discutibili, ma qualcuno mi dirà ma ha incassato 100 ml be vendere Bernardeschi a 40 ml Vecino con clausola a 24 ml i vari Valerio Ilicic e company non è che ci voleva uno scienziato mi pare e per dirla tutta venduti specialmente Berna e Vecino alle condizioni imposte dall’Inter e dai gobbi , non c’è che andava rinnovatogli il contratto bravo Don Diego.

  5. Alessandro, Toscana

    Dite le cose come stanno veramente, è solo perché Freitas avendo fatto il DS in una squadra francese per 2 anni e conosce il mercato occidentale, che è stato possibile allacciare contatti con i transalpini, corvino manco sapena dove stava la Francia! Ancora stampa amica per questo buzzurro analfabeta!

  6. Magari li voleva gratis

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*