Il retroscena di come Roncaglia è caduto nella sgradevole trappola di Embolo

Roncaglia Napoli

Giovedì scorso Roncaglia si fece espellere a Basilea per una gomitata assurda rifilata a Embolo nella prima frazione. Ci sarebbe però un particolare che non assolve certo l’italoargentino dal gesto immotivato commesso ma che gli concede qualche piccola attenuante: l’attaccante degli svizzeri avrebbe ripetutamente insultato la famiglia del difensore della Fiorentina, che avrebbe così pensato di farsi giustizia a modo suo. Se il gesto di Roncaglia è deprecabile per aver lasciato circa un’ora in dieci i compagni, sicuramente non getta certo una bella luce su Embolo sotto il profilo umano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. E infatti Embolo è nelle mire della vecchia putt. …

  2. onora il padre

    Della serie “oh te la mi mamma tu la lasci stare senno’…”

  3. L’Italia c’ha vinto un mondiale (materazzi/zidane) !

  4. Se le cose sono andate così RONCAGLIA è un grosso sprovveduto. Alle parole si reagisce con le parole e non con le mani perchè se no passi automaticamente dalla parte del torto come puntualmente si è verificato. Poi RONCAGLIA ha peccato anche di intelligenza nel senso che ci voleva poco a capire che gli insulti avevano il solo scopo di provocare la sua reazione violenta e quindi l’espulsione. Un giocatore di serie A e della nazionale argentina come lui deve per forza saperle queste cose.

  5. vabè ma poi, uno straccio di fonte per una notizia così c’è o no?
    ‘l’attaccante degli svizzeri avrebbe ripetutamente insultato…’
    l’ha fatto o no? chi lo ha sentito? a chi lo ha detto…
    mah!!

  6. Non mi pare una scusante ma una aggravante. Un giocatore esperto (nazionale argentino) che cade in certe provocazioni è da asilo infantile. Anche se fosse vero, bisogna avere la testa per capire che sono provocazione fatte ad arte dper danneggiare lui e la squadra e quindi si risponde a parole e non come Zidane che rifilò una testata plateale a Materazzi e perse il titolo mondiale. Poi sul giovane Embolo, se la circostanza risultasse veritiera, già avrebbe dimostrato la sua piccolezza come uomo!

  7. Gli sfottò o altro nel mondo del calcio sono sempre esistiti anche tra giocatori. Spetta a colui che viene preso di mira a non abboccare. Un professionista da tanti anni sulla breccia non può e non deve cascare nel tranello.

  8. Più che una partita è stata un rodeo, con un arbitraggio da “tana di Blatter”.
    Ma un professionista a quei livelli non può abboccare

  9. Se è vero il buon Roncaglia va ceduto senza esitazioni; non si può tenere in squadra un giocatore che reagisce alle provocazioni degli avversari rifilando gomitate davanti agli occhi dell’arbitro perché giocando in 10 è molto più difficile vincere le partite.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*