Il ricordo di Superchi: “Pesaola era un grande. Ci faceva cantare negli spogliatoi”

Portiere del secondo scudetto viola e a Firenze per undici stagioni, Franco Superchi ricorda così Bruno Pesaola a Tuttomercatoweb: “Per ricordarlo non servono molte parole, era semplicemente un grande. In tutti i sensi. Ricordo il suo grande impatto sin dal primo giorno. Mi mise subito titolare, andando anche contro qualcuno che mi voleva fuori squadra. Ci trasmise un entusiasmo e un’allegria mai vista in altri spogliatoi. Ci faceva cantare, spesso anche durante l’intervallo, una cosa mai vista da nessun’altra parte. Una volta eravamo in pullman verso la stazione, lui fece scendere un massaggiatore per andare a comprare un mangianastri e registrarci. Si, nessuna parola lo descrive meglio se non, semplicemente, un grande”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA