Questo sito contribuisce alla audience di

Il tifo attende impaziente. Sartoni: “Meno chiacchiere e più fatti”

La Nazione riporta i commenti di alcuni esponenti del tifo organizzato della Fiorentina, dopo la contestazione nel test amichevole col Legnaia. Walter Tanturli, presidente dell’ATF, non si dice d’accordo ma si augura che possa aver fatto bene: «Non ero presente giovedì, in linea di massima queste manifestazioni non mi trovano in sintonia, credo che in questi momenti difficili ci sia bisogno di stare vicini alla squadra che non è stata fatta dai tifosi ma dai dirigenti. La situazione che si è creata non mi è piaciuta. Chiaro che se il confronto avrà gli esiti sperati sarà un bene per tutti. Però un conto è criticare la società o Corvino che ha comprato i giocatori ma non vedo l’utilità in questo momento di rifarsela con loro. Così ci si fa del male da soli. Questo è un periodo complicato, ci aspettano gare delicate e insidiose. Mi auguro che chi andrà a Novara lo faccia per incitare e non per contestare». Chiaro e netto il giudizio di Stefano Sartoni, leader storico della Curva Fiesole, sul periodo delicato e sul confronto tifosi-giocatori che ha detto: «Il confronto c’era già stato qualche tempo fa, in questo momento le parole non contano ma sono i fatti sul campo che devono parlare. Adesso tocca ai giocatori far uscire la Fiorentina da questa situazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA