Questo sito contribuisce alla audience di

Il tradimento dei BIG: Pioli beffato dalle sue certezze

Dopo il bel ciclo da tre vittorie di fila, la Fiorentina è giunta alla terza sosta di campionato con un’altra sconfitta (in questo caso due di fila, come accaduto a fine agosto): il presupposto peggiore tra l’altro per approcciare la pausa del torneo. A destabilizzare ulteriormente il clima ci sono però anche le difficoltà provate da coloro che invece dovevano dare certezze alla squadra viola: da un lato Astori, neo capitano designato da Pioli, e dall’altra Badelj, punto di riferimento anche per Montella e Sousa e tra gli ultimi reduci con dimensioni internazionali. A Crotone era stato il difensore mancino a spalancare la strada a Trotta e Budimir, condannando la Fiorentina; ieri invece è mancato il regista croato, l’anno scorso match winner e stavolta tra i peggiori in campo. Due mancanze pesanti perché arrivate da fronti insospettabili: il lavoro dell’allenatore gigliato, a questo punto, dovrà concentrarsi anche sul recupero mentale (che nel caso di Badelj purtroppo, è anche fisico) delle sue due certezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Per badelj l unica cura ormai é la tribuna é un giocatore giá lontano da firenze con la testa

  2. Per un capitano aver Preso 4 gol in casa e dice va Bene così sarebbe da Pedate nel culo.

  3. Altro che contratto rinnovato ( Astori sei un capitano senza Palle )

  4. Il cane che si morde la coda: con i nostri ingaggi da noi vengono solo ragazzini o giocatori mediocri. Non si sfugge. Questa è la politica societaria e questi sono i risultati. Di conseguenza, i problemi non vengono risolti, si fanno acquisti che sono scommesse e ci si ritrova sempre con la coperta troppo corta. Poi la frustrazione porta alcuni tifosi ad esagerare con le critiche che ai DV gli fanno un baffo, ma alla squadra no. E in questo clima non favorevole i risultati si vedono.

  5. Quando si cercano scusanti si parla di “problema mentale” .
    Altro che problema mentale, qui il problema è solo il nostro livello BASSO!!!

  6. Se fosse solo un problema mentale, qui,inve, è solo questione di manico se alle magre di Astori,badelj,Biraghi ecc. non si reagisce con antipodi anche ricorrendo alla promavera, dove un Ranieri è certa,ente più valido del 3 viola, e per dare dazio a Milenkovic e Hugo. Quanto a badelj non si può continuare a considerare insostituibile uno che ha la testa al contratto con altra società. Se Pioli non ha le 00 per andare su decisioni drastiche sapendo che vista la scadente consistenza di tante squadre alla retrocessione si sfugge tranquillamente, anche se non è detto che si debba sfigurare per forza, anzi si sta dimostrando che i pericoli maggiori per la squadra vengono prevalentemente dai big.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*