Questo sito contribuisce alla audience di

Il vero problema resta sempre lo stesso

Bruno Gaspar a colloquio con Maxi Olivera. Foto: S.DC./Fiorentinanews.com

Passano le stagioni, si susseguono i mercati, ma il vero punto debole, più o meno resta sempre lo stesso: i giocatori sulle fasce, specialmente quelli arretrati. Quest’anno la Fiorentina ha deciso di ripartire da Tomovic, che è un calciatore generoso ed ha anche buon passo, ma che il suo errore a partita lo commette spesso, e Maxi Olivera che viene da una stagione deludente con la maglia viola. In questa batteria ha aggiunto Bruno Gaspar, proveniente dal Portogallo. Per carità, il campionato deve ancora cominciare, ma lo abbiamo già visto all’opera in questo periodo estivo diverse volte e sinceramente, che si giocasse contro avversari modesti o di levatura più alta, non è che abbia mai brillato, anzi. Fino a giungere alla partita col Parma, giocata esattamente una settimana prima del campionato, che è stata probabilmente la sua peggiore fin qui con la maglia viola.

A sinistra poi ne manca ancora uno. Antonelli potrebbe colmare questa lacuna, così come Strinic potrebbe essere un nome buono da spendere in questo senso, ma al momento abbiamo un bello spazio vuoto da dover riempire. E tutto questo non fa certo gioco a Pioli, che punta molto sugli esterni, sia difensivi che offensivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. Incredibile come uno si domandi i programmi del prossimo anno..beata innocenza..LA FIORENTINA È IN VENDITA..QUESTO È IL PROGRAMMA..FV

  2. ..certo, certo sousa era psicopatico…con de maio salcedo tomovic olivera milic….certo, certo…

  3. Leggere sempre le solite cose da nemici della FIORENTINA..certa gente non cambia mai ..hanno messo il disco rotto e sempre la solita musica…poveracci dopo un anno dello psicopatico sousa dobbiamo sopportare anche questi nemici viola…FV

  4. Mario tn

    Ma mi spieghi, anzi ci spieghi quali sono i progetti dei DV per il prossimo campionato ? Loro non ce lo dicono e non si sa dove siano. Diccelo tu che sei un leccavalliano. Resto in attesa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*