Questo sito contribuisce alla audience di

Il vice Pek che non sa di esserlo

AquilaniEsultanzaGenoaPremessa: l’Esgbjerg non è certo un test particolarmente significativo. Detto questo la partita di Aquilani come vice Pizarro è stata davvero buona e incoraggiante per il futuro. Montella nel dopo partita ha commentato così la prestazione dell’ex Liverpool: “Sta crescendo molto di partita in partita e stasera l’ho visto giocare con più padronanza. Penso che anche lui inizi a crederci sempre di più, è anche questione di conoscenza del ruolo”. Aquilani stesso si deve ancora convincere del tutto di poter essere un regista in questa Fiorentina. Ci vorrà ancora tempo perché possa almeno avvicinarsi ai livelli del Pek, ma la volontà di Montella è chiara, fare di Aquilani il regista del futuro, ora non gli rimane che convincere il ragazzo, ma sarà un’impresa tutt’altro che impossibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Se fossi Montella insisterei, perché le volte che l’ho visto giocare nel ruolo del Pek sono state positive. Forza VIOLAAAAAA

  2. Aquilani deve crederci, può svolgere questo ruolo tranquillamente!

  3. Ho dei seri dubbi che Aquilani possa fare il regista in questa squadra e con questo gioco fi Montella. Alberto, bravo nei fondamentali, ma pecca di continuità e non regge un campionato intero (fino ad oggi è il giocatore più cambiato). Come ho dei dubbi su Gomez, non tanto per il giocatore in se, ma per il gioco della squadra che si basa molto sul fraseggio e che porta (dovrebbe portare) al tiro diversi elementi.

  4. La mi adomanda, però, è un’altra : siamo sicuri di aver bisogno di un regista per far esprimere al meglio Gomez ? Se si dice che si può giocare con 3-5-2 allora la risposta è si, ma ho dei grossi dubbi che sia il modulo migliore per Gomez. Se invece si copia il modulo Bayern 2013, quello dove sembra che Gomez si sia espresso meglio, cioè il 4-2-3-1 allora la risposta è no. Ma lì allora cambia tanto, come impostazione generale e come necessità di giocatori particolari (incontristi) che non abbiam

  5. Nonostante l’Esbjerg faccia poco testo, è vero che ancora Aquilani debba crescere per ricoprire al meglio il ruolo del Pek. Primo perchè ha un passo diverso, per cui deve gestire le ripartenze in modo diverso, per cui si deve posizionare anche in campo in modo diverso, e poi perchè deve capire che quel ruolo non è soltanto di impostazione ma anche di organizzazione della fase difensiva, di posizionamento davanti o dentro la difesa a secondo dei momenti. Ma Aquilani è intelligente e lo può fare

  6. Lui comunque già lo fece a inizio carriera e il liverpool l’aveva preso non a caso x sostituire Xavi alonso e x un 20 mln, solo che non andó bene in quell’occasione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*