Questo sito contribuisce alla audience di

Il Viola Club Romagna all’attacco: “Non è più possibile accettare atteggiamento persecutorio nei confronti della Fiorentina. Persi 17 punti in due campionati per colpa arbitri”

Dal Viola Club Romagna, riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Non è possibile più far finta che nulla stia succedendo. Non è più possibile accettare un comportamento “discriminatorio, penalizzante, persecutorio” da parte della classe arbitrale e degli organi giudicanti del “mondo calcio italiano” nei confronti della Fiorentina, della famiglia Della Valle, di Firenze e di tutti i tifosi viola.
Non è imputabile al caso subire penalizzazioni di circa 10 punti in meno nell’anno 2012/13 e di circa 7 punti in meno nell’attuale campionato a seguito di errate decisioni arbitrali nette ed evidenti. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo ai danni della Fiorentina.
Non è possibile essere presi in giro dai capi del settore arbitri, Nicchi e Braschi, che di fronte ad errori evidenti e ripetuti e clamorosi dei loro “uomini” sanno solo rispondere in maniera stizzita, risentita e maleducata.
ORA BASTA. NON E’ PIU’ POSSIBILE ACCETTARE QUESTO ATTEGGIAMENTO DISCRIMINATORIO E PERSECUTORIO. Il Viola Club Romagna “Marco Briganti” esprime tutta la propria solidarietà alla famiglia Della Valle e si rende disponibile a qualsiasi azione, “battaglia legale e corretta ma ferma e dura” nei confronti degli organi competenti ed a sostegno e difesa della Fiorentina, di Firenze e dei suoi tifosi.
SOLO E SEMPRE FORZA VIOLA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA