Ilary Blasi shock: “Spalletti un uomo piccolo che subisce Totti. Pallotta pensi prima di parlare”. Roma salta in aria

Polveriera Roma. E ad accendere la polvere non ci pensa un calciatore, ma Ilary Blasi, la showgirl, moglie di Francesco Totti che lancia fendenti in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport: “Le scelte calcistiche sono opinabili ma non si discutono, di quello non mi impiccio, però forse avrei qualcosa da ridire a livello umano, sulla persona. Nell’intervista alla Rai, che fece tanto scalpore, si capiva che Francesco chiedeva solo rispetto, ed era giusto. In quel momento non glielo stavano dando. Francesco non è uno polemico, lui parla quando tocca la palla. A casa, ad esempio, non “porta” niente, ma da febbraio a maggio la cosa era talmente grossa… Era un momento delicato, non si fa così. Non ha mai chiesto di giocare, si è sempre messo seduto con umiltà ad aspettare. Non critico la scelta tecnica, critico il comportamento umano, e Spalletti è stato un uomo piccolo. Punto. È la verità. Lui a parole ha detto anche delle cose stupende, ma a parole. Invece lo subisce. In un momento così difficile nella vita di un ragazzo che sta attraversando un passaggio importante, c’è modo e modo per comportarsi. È giusto proiettarsi nel futuro e provare a far grandi cose anche senza di lui, ma mi sembra che alla Roma rimanga ancora difficile… Io glielo auguro. Certo che si poteva essere più delicati e Spalletti sicuramente non lo è stato, non l’ha saputo guidare in un percorso umano. Io le persone le giudico anche da questo. Quindi voto basso, molto basso”. E su Pallotta: “Famme sta’ zitta, se no succede un casino… Mi verrebbe da dirgli: “Però anche la mente deve ragiona’ prima de parla’…”. Con i Sensi aveva un altro tipo di rapporto, era un figlioccio, ma quella era una conduzione più familiare, mentre questa più imprenditoriale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Alberto viola se un giocatore tutte le volte che entra fa vedere delle cose che Dzeko non fa vedere in tutta la partita e tutte le volte riesce ad essere piu’ determinante di lui in soli dieci minuti significa che ancora puo giocare al calcio ….perlomeno finche’ gioca DZEKO, e un allenatore che non lo capisce e preferisce non avercelo per invidia acclamata ed evidente del fatto che ancora Totti tiese ad essere amato da tutti compagni compresi e lui riesce ad essere antipatico ala maggior parte di tifosi ,questo e’ quello che percepiscono tutti a Roma e giustamente la moglie lo ha detto

  2. Logicamente parlavo di Altafini e non di altarini ..E il tale che se non ti accorgi scrive quello che gli pare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*