Ilicic è l’ora giusta (per la cessione). Napoli pronto a chiudere per Badelj

Ilicic avanza palla al piede. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Anche l’estate che ci apprestiamo a vivere non sarà immune da cessioni di un certo livello per la Fiorentina. La Nazione oggi in edicola, in questo senso, mette in evidenza un paio di nomi pronti a lasciare il capoluogo toscano. Josip Ilicic dovrebbe portare un bel gruzzoletto in cassa, perché si viaggia su una cifra che si aggira intorno ai 15 milioni di euro. Destinazione estera, da individuare tra Inghilterra e Germania. Il quotidiano fiorentino scrive anche che il Napoli è pronto a chiudere per Milan Badelj. Il procuratore del centrocampista croato ha rotto col club viola e sta cercando per lui una squadra che giochi la prossima Champions League. In questo senso si era già parlato di Roma, mentre adesso ci sarebbe anche questa opportunità napoletana per l’ex Amburgo, visto che si è chiusa per Sarri, la strada che porta a Vecino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

30 commenti

  1. Ilicic va venduto perché difficilmente potrà ripetersi e perché le sue conclamate discontinuità e incapacità di giocare sugli stessi livelli per una stagione intera rappresentano un limite alle nostre ambizioni di miglioramento (parlo di noi tifosi e di Sousa, ché come noto la società ha come unica ambizione quella di chiudere in attivo il bilancio annuale); ma, come ho sempre detto, può essere ceduto solo a patto di trovare una mezzapunta/seconda punta capace di garantire lo stesso (considerevole) numero di gol e assist garantiti quest’anno dallo sloveno. Che è per le nostre possibilità un qualcosa di difficile e che non è ovviamente Praet (trequartista da nemmeno cinque reti a stagione). E che, invece, seppure con caratteristiche leggermente diverse potrebbe essere Gabbiadini, da scambiare con quel Vecino il cui rinnovo può rappresentare una preclusione alla trattativa con il Napoli solo nei pensieri di chi abbia cominciato a seguire il calcio (e di riflesso, purtroppo, il calciomercato) ieri o al massimo l’altro ieri.

  2. A leggere questi commenti mi pare di assistere ai caotici talk shows italiani.Si perde il senso della misura.L’anno scorso e anche a gennaio il problema sembrava fosse un terzino destro e un centrale all’altezza di quelli che gia abbiamo.Un centrocampista che potesse sostituire Badelj o Vecino e un attaccante,Ora invece siamo a parlare di chi e’ meglio vendere.La societa’ non sara’ granche’ ma anche i tifosi non sono da meno.Poveri noi

  3. Mi permetto di dissentire su quello che dice Cisko su Alonso…Quando sta bene fisicamente sulla fascia e’ praticamente devastante, sa anche difendere e addirittura se la cava egregiamente anche come centrale…Se sapeva anche crossaRe bene , ma non e’certamente scarso neanche in questo , a quest-ora non era a farsi discutere da te a Firenze ma avrebbe giocato in una Grande squadra….DALLE MIE PARTI SI DICE SCARTARE MOLTO GRASSO…NON CREDO CHE SIAMO NELLE CONDIZIONI DI POTERLO FARE, SOPRATTUTTO IN QUEL RUOLO

  4. Tanti molti contenti per il possibile addio di Ilicic, e meno male che è il capocannoniere Viola altrimenti qualcuno avrebbe voluto pure le torture, se non ci fossero stati i suoi gol saremmo ancora esimi!!!!!

  5. Ilicic può pure andare ma per amor di Dio non si deve vendere Badelj!!!!

  6. Cognigni se vogliamo costruire una squadra più forte… non vendiamo i giocatori migliori.. se no la squadra è sempre più debole..e la prego non prenda più giocatori inutili in 2anni ne abbiamo presi una quindicina.. e non perdiamo più giocatori validi a zero Euro.. SUCCEDE SOLO A FIRENZE

  7. Pavoletti ha un età, fino a questa stagione ha fatto poco, ha preso un par di espulsioni a bischero e subito qualche infortunio. Sarà perché mi ricordo ancora la delusione Rebonato, ma farei attenzione ai carneadi

  8. Se Biglia della lazio a 30 anni e con diversi guai muscolari quest’anno lotito lo vale 18 milioni allora Badelj a 27 anni ne vale 25 cash.

  9. Green: con Rossi si migliora????
    Ma sei sicuro???? Guarda che Rossi è finito. Vi entra in zucca???
    Io invece auspico la riconferma di Tello e di Badelj.
    Su Ilicic sono neutrale. Io l’ho difeso ai tempi di Montella cosi come difesi Babacar.
    Forse però entrambi possono essere sacrificati se prendiamo due calciatori forti.
    Invece una cessione obbligatoria la vedrei benissimo: Alonso.
    L’uomo che non incide, che usa solo il sinistro e che non crossa mai.
    Anche ieri per tenere in campo il pallone che stava per uscire dalla linea laterale ci è andato di sinistro (quindi il pallone è uscito) anziché anticipare con l’esterno del destro.
    Poi appena uscito abbiamo creato pericolosità proprio a sinistra e due gol.
    Persino Roncaglia ha mostrato di essere superiore e incisivo con un semplice taglio sull’inserimento di Tello.
    A proposito: Roncaglia lo terrei perché è un professionista esemplare e se non lo si lega e non lo si obbliga a fare il compitino ha più tecnica di cio che erroneamente si pensa.

  10. si parla di acquisti e di cessioni ma il reparto tecnico come opera??? per acquistare un giocatore devono dare l’assenso più persone e l’ultima parola spetta a Cognigni. Già diversi procuratori hanno dichiarato : ma con chi si parla per trattare un giocatore ??? In queste condizioni è difficile acquistare giocatori di buon livello. Inoltre ho la sensazione che diversi giocatori viola chiederanno di essere ceduti e questo comporterà una campagna acquisti imprevedibile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*