Ilicic: “Mlakar è un fenomeno e sono contento di averlo portato, per fortuna abbiamo già un altro sloveno fortissimo”

Jan Mlakar con la nazionale slovena. Foto: Fiorentinanews.com

Josip Ilicic, attaccante della Fiorentina, in una intervista al Corriere dello Sport-Stadio, conclude: Zarate? Capisco il suo omento difficile, sono cresciuto senza padre. E poi nella vita non esiste solo il calcio.  Il mio idolo da piccolo era Del Piero. Ho scelto la Fiorentina anche il colore della maglia, lo stesso del Maribor, ho pensato fosse il momento giusto. Mlakar è fortissimo, lo volevano tutte le squadre importanti, deve lavorare ancora ma è cresciuto tantissimo. E’ un fenomeno e sono contento di aver contribuito a farlo arrivare. C’è un altro sloveno fortissimo, Valencic, che per fortuna è già qui alla Fiorentina. Kalinic mi ha sorpreso tantissimo perché lavora per una squadra intera”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. A mio parere Mlakar non ricorda affatto Seferovic perchè è un giocatore sostanzialmente non velocissimo mentre Seferovic senza essere una scheggia è piuttosto veloce. Se dovessi accostarlo a qualcuno direi Franco Vazquez, l’ex Palermo ora al Siviglia o Diego Perotti: fatto salvo ovviamente il valore tecnico attuale.

  2. Mlakar mi ricorda Seferovic, ha fisicità e movimenti più adatti al gioco dei grandi che non alla primavera. Mi sbaglierò ma per lui il passaggio tra i professionisti sarà meno problematico di un Minelli che l’anno scorso faceva il vuoto in primavera ma oggi fatica a trovare spazio in lega pro.

  3. Fenomeno è esagerato, ma per quello che ho visto, questo Mlakar ha le movenze del giocatore vero.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*