Ilicic, quando involuzione fa rima con cessione

Calciomercato.com fa il punto sul trequartista della Fiorentina Josip Ilicic dopo l’ennesima prova opaca messa in campo a Milano, dove aveva una buona occasione per riscattarsi in virtù dell’assenza forzata di Federico Bernardeschi e mostrare di che pasta è fatto, ma l’ha sprecata totalmente peccando di indolenza e precisione. Non sono però soltanto il suo rendimento non soddisfacente e lo scarso impiego in stagione a scaturire l’ipotesi della cessione a giugno, anche perché se il tecnico portoghese dei viola dovesse lasciare Firenze magari potrebbe arrivare qualcuno in grado di recuperare il talentuoso numero 72. In ogni caso le ragioni di un probabile divorzio tra Ilicic e la Fiorentina in estate dipendono anche da due fattori principali: uno è il mancato incontro tra l’entourage del giocatore e la società di via Manfredo Fanti per trattare le basi di un possibile rinnovo del contratto in scadenza nel 2018. La seconda è l’arrivo a titolo definitivo di Riccardo Saponara dall‘Empoli nell’ultima sessione di mercato, trequartista abile con entrambi i piedi, più giovane e con caratteristiche simili allo sloveno e che ricopre quindi senza dubbio il profilo di un prospetto per il futuro. Se però l’idea era questa già da tempo resta da capire come mai la Fiorentina non abbia voluto ascoltare a dicembre la proposta dei cinesi dello Hangzhou, nonostante il giocatore non sembrasse affatto interessato a trasferirsi in un campionato di livello più basso. In estate erano arrivati addirittura i sondaggi dal Borussia Dortmund e dal Leicester per lui, ma in quel momento la Fiorentina era ancora intenzionata a puntare al fantasista. E probabilmente ha deciso di tenerlo con sé anche a gennaio per provare a far rialzare il suo valore sul mercato estivo, dato che adesso il suo prezzo si è abbassato di molto rispetto ad un anno fa, ovvero quando si era dimostrato più che decisivo per lo scacchiere di Paulo Sousa. Ma se le sue prove da qui al termine della stagione saranno tutte del calibro di quella vista a Milano, la Fiorentina dovrà essere brava a ricavare il più possibile dalla sua cessione, che con tutta probabilità potrebbe essere in Premier League, dove Ilicic continua ad avere molti estimatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Non ha mai inciso. Spesso sostituito all’inizio del secondo tempo. Nessun rimpianto. Spazio a chi ha futuro e carattere migliore. Non da Fiorentina ambiziosa.

  2. Ma andasse via e così lento di gambe e di idee…ma per favore

  3. Quando si perde son tutti fessi…ilicic è sempre stato antipatico ma lo scorso anno è stato determinante in molte partite. Fosse stato solo simpatico anche con il rendimento attuale sarebbe un fuoriclasse….se uno non gioca o gioca poco come fa ad incidere e trovare la condizione ?! Soprattutto uno che non è un brevilineo e che deve giocare per entrare in forma.

  4. Non è mai piaciuto, non ha mai inciso, non ha portato punti e fatto perdere una coppa italia sbagliando un gol da tre metri. Spesso con lui in campo si è giocato in dieci. Per aver fatto bene una decina di partite su cenro ci arà qualcuno che lo rimpiange?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*