Questo sito contribuisce alla audience di

Implacabile Saul, non basta Bernardeschi e l’Italia Under 21 va a casa

Si chiude in semifinale l’avventura dell’Italia Under 21 all’Europeo di categoria. Gli azzurrini di Di Biagio cadono 3-1 contro la Spagna. Mattatore della serata Saul Niguez, giocatore dell’Atletico Madrid, autore di una tripletta con tre reti molto belle anche se specie sulla seconda Donnarumma (quella che ha segnato il vantaggio della Spagna) non si è fatto trovare pronto. Il gol dell’Italia l’ha messo a segno Federico Bernardeschi con un mancino, deviato, da fuori area. Da segnalare anche che gli azzurri hanno giocato gran parte del secondo tempo in dieci per l’espulsione, per doppia ammonizione, di Gagliardini. Titolare anche Federico Chiesa che però ha dovuto fare i conti con un piccolo fastidio muscolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Paolo 1 sta al calcio come hulk hogan alla danza classica.

  2. i 40 li voglio vedere e ci aggiorniamo, caro! Per mendieta la Lazio sganciò 80 miliardi di lire tutto può essere, così come può essere che quell’infrangersi contro il difensore, perché di saltarlo manco l’ombra, se hai la maglia viola non è fallo del difensore mentre se hai la maglia bianconera sono tutte punizioni dal limite e, allora, siccome come hai giustamente detto tu a torino non sono fessi, la cosa potrebbe aver un senso ed un giusto prezzo. inoltre, se poi Caldara l’hanno pagato 25 mln e gagliardnii altrettanto allora ci può anche stare!Considera che io lo cederei anche a 15!

  3. Non mi piace vincere facile: non ti chiedi mai perché ci sono dei fessi che per lui sganciano 40 milioni?

  4. Mi è dispiaciuto l’u21 italiana era proprio una bella squadra e discretamente messa in campo. Peccato la partita si è decisa grazie a una prodezza di un singolo saul altrimenti era incanalata verso l’equilibrio e un finale incerto. Ma così va il calcio.. un po’ di rammarico per la squalifica di berardi (ottimo) e per un po’ di frenesia e stanchezza nel secondo tempo. La prova di Berna non può che essere positiva visto il gol e la personalità da leader dimostrata… peccato

  5. ahoooo, a casa mia saltare l’omo significa dribblarlo e creare superiorità numerica mettendo in difficoltà la difesa avversaria con cross dal fondo visto che in campo ci sono altri 10 compagni!!L’azione di Bernardeschi, l’unica peraltro, è di cercare quel mezzo metro per liberare il sinistro, nello stesso modo in cui lo fa Robben (che però va pure sul fondo per crossare) seppur con risultati che a 23 era già Robben e bernardeschi è Bernardesch. L’azione, ripeto unica perché altre non ne vedo di rilievo, seppur importante, è fine a se stessa, i compagni stanno a guardare e, allora, o fai 15 di quei gol a campionato oppure duri poco e Berna durerà poco, al contrario di politano che salta l’omini, non l’omo, come birilli e c’ha lo stesso tiro , se non migliore, di bernardeschi! Ahhhhh, adesso i’ Berna deve giocare al centro, magari alla juve al posto di Dybala!!sai che risate, farà ala fine di Neto!! ad onor del vero, ogni tanto lancia dall’altra parte a 30-40 mt. ma poi s’aggiusta il ciuffo fino allo sfinimento e sparisce per mezzora per riapparire la partita successiva con un altro tatuaggio!!!Scommettiamo che Trovato tra un paio d’anni gli sarà superiore?

  6. Se ci si limita a dire che Bernardeschi non salta SEMPRE l’uomo (perchè, quelli nell’azione del gol erano birilli da allenamento?) vuol dire che di calcio si capisce poco. Bernardeschi è un fantasista la cui azione non deve essere limitata al saltare l’uomo ed a creare superiorità numerica, lui è un calciatore eclettico che per chi se lo ricorda deve giocare alla Platini. Ieri la sua azione migliore non è stata quella del gol ma uno straordinario lancio di 30 metri per Pellegrini che con Petagna solo davanti al portiere ha ciccato malamente il facile pallone: lì sono saltate le nostre speranze. Poi ieri Di Biagio ha reinserito Petagna e riportato Bernardeschi sulla fascia così automaticamente limitandolo perchè Bernardeschi deve giocare al centro visto che tutti sanno che sulla fascia deve quasi sempre rientrare sul sinistro. PIPPO e PAOLO 1, dedicatevi ad altro, il calcio non è per voi ma del resto non lo è neanche per Di Biagio che ci ha fatto perdere il 2° europeo U21 disponendo della squadra più forte. Se dopo l’espulsione di Gagliardini metti Locatelli avendo in panchina Grassi e Cataldi vai al massacro ed infatti Locatelli , con la collaborazione di Chiesa si è perso due volte Saul ed è andata come è andata.

  7. Mancano un po’ di ha con l’h, ma spero sia uguale … 🙂

  8. Berna non salta l’omo dalla finale esordienti con il figline!!!la postura è’ quella giusta, il passo pure, il tocco vellutato ma……..niente il pallone qualche volta passa pure ma lui va ad infrangersi inesorabilmente contro l’avversario!!!in questo ricorda molto jovetic!!ha un sinistro, pero’ da 15 reti a campionato perche’ lui sa che l’omo non lo saltera’ e, allora, fa un qualcosa che chi è’ distratto o non è’ marcatore non riesce ad evitare: converge verso il centro allontanandosi dall’omo per cercare quel mezzo metro per vedere la porta e l’omo, che gli ha visto fare caxxate per tutta la partita, quando non è’ un marcatore, non ci mette la gamba non ritenendolo capace di tanto!!e quello che gli riesce, quando gli riesce, è’ veramente tanto!!tanto da averlo portato a valere 5 volte politano che ce lo farà’ dimenticare dopo due amichevoli a Moena con i suoi dribbling ubriacanti!!!sul ruolo arrivera’ a fine carriera senza che si sia ancora capito esattamente come mosciolivo!!per fare quello che lo rende importante deve giocare esterno destro ma non fa un cross, e questo deve fare un esterno destro, dai tempi della semifinale giovanissimi con il val di Fassa!!!

  9. AceBati,
    non voglio in alcun modo essere offensivo, ma solo realista:
    1) ti assicuro che è veramente difficile rispondere ad un messaggio che pare dislessico come il tuo.
    2) non so quale partita tu abbia visto, ma Berna non si è certo liberato di certo di 4 avversari.
    Berna a corso in orizzontale, difendendo il pallone e cercando un varco per il tiro, che a trovato e grazie ad una deviazione ha fatto goal.

    Questa è l’analisi dell’azione.

    Buona vista!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*