Improvvisamente la storia viola si tinge d’arancione

Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com

Prima di Kevin Diks, la storia della Fiorentina aveva conosciuto un solo calciatore olandese: tal André Roosenburg, attaccante in maglia viola dal 1950 al 1953. E dire che i Paesi Bassi di talenti ne hanno tirati fuori in ogni epoca, a partire dal calcio totale degli anni ’70 sotto la guida di Rinus Michels e del grande Ajax, fino agli orange del Milan campioni d’Europa 1988 ai giorni d’oggi, dove l’Olanda è arrivata tra le prime tre nelle ultime due edizioni e continua a produrre ottimi talenti. Su tale paese si è orientato il lavoro di Corvino e Freitas, con la supervisione dello stesso Ramadani, ed ecco il nome di Diks per risolvere i problemi della fascia destra. Ma potrebbe non finire qui, come rilanciato da Alfredo Pedullà, con l’Eredivisie che potrebbe offrire altre risorse alla prossima Fiorentina. E chissà che dopo il ciclo spagnolo partito con Montella non sia l’ora di un ricambio a livello geografico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*