Questo sito contribuisce alla audience di

In Belgio intanto iniziano già a farsi domande su De Maio

De Maio in fase di riscaldamento. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

E’ ancora presto per pensare ai possibili riscatti o meno di alcuni calciatori e anzi il finale di stagione sarà decisivo in tal senso. La stampa belga però si interroga su quanto ne sarà di Sebastien De Maio, in prestito dall’Anderlecht ma poco impiegato da Sousa. Alla base degli interrogativi c’è un rapporto non proprio idilliaco con il tecnico René Weiler, che l’aveva quasi bocciato in estate. La società viola difficilmente spenderà per riscattarlo e il suo ritorno a Bruxelles aprirebbe uno scenario di convivenza un po’ problematica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Il suo acquisto ha creato in me un mix di stupore, ilarità ma anche tanta tanta amarezza. Di chi altro vogliamo parlare ora? Di Milic e Olivera? Di San Cristoforo? Dei foulard del pres o della panza di corvino?

  2. Non era buono per il Genoa e doveva esserlo per noi ? Altra nota ciofeca acquistata. Alla pari di Milic e compagnia. In sostanza, nessun acquisto ha aumentato la qualità della squadra. Campagna acquisti fallimentare. Come sempre negli ultimi anni, ormai, tranne rarissime eccezioni per qualche nome, che so..mi viene in mente solo Astori (comunque molto più scarso di Savic)

  3. Non all’altezza della situazione.puo stare a fare il sesto centrale se veramemente ci fosse il bisogno.ci vogliono altri giocatori di caratura altrimenti bisogna essere chiari con i tifosi.

  4. C’è poco da interrogarsi, era scarso al Genoa, era scarso quando l’ha visto Weiler, è scarso ora.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*