In casa Fiorentina priorità vuol dire DIFESA

Tomovic avanza palla al piede. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Attorno al destino di Nikola Kalinic ruota il mercato di Gennaio della Fiorentina, e questo è innegabile. In caso di partenza del croato la Fiorentina si concentrerebbe senza dubbio su una punta. Al momento però Kalinic veste la maglia viola, e le carenze della Fiorentina si concentrano nel reparto difensivo. Un terzino destro ed un difensore centrale: ecco le assolute necessità della Fiorentina. Tomovic ha mostrato i suoi limiti, Gonzalo è in flessione, Salcedo ha qualità ma è ancora acerbo, De Maio non convince Sousa. Sulla corsia di destra la Fiorentina non ha un calciatore di ruolo. Il quadro è chiaro, Corvino sa dove intervenire: ora servono i fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Grande Green! Quoto in toto!

  2. è solo tre anni che manca un terzino.
    Non c’è fretta

  3. Esatto! Il loro trofeo preferito!

  4. Green , magari forse quelli citati da te non sono all’altezza di una serie A.
    Piccini gioca in Spagna nel Betis alternando partite discrete ad altre pessime Venuti onestamente sta giocando bene ma in serie B e onestamente se non ricordo male l’unico che non ha sentito la differenza fra il calcio cadetto e il campionato vero è stato Verratti , il resto Insigne Florenzi Immobile tanto per fare dei nomi o sono andati in una squadra meno quotata della A per farsi le ossa oppure hanno aspettato giocando riserva , pertanto giovani come Venuti prima di ritornare alla base sarebbe bene fargli fare almeno un campionato intero in una squadra di seconda terza fascia , cosi per vedere se può starci nel campionato di A

  5. E no cara Redazione in Fiorentina la priorità si chiama PLUSVALENZA ……………………..

  6. Circa 12 milioni di € tra Dragowski, Milic, Maxi Olivera, Diks, Cristoforo e Hagi.
    Più altri 6.5 milioni di € in caso di riscatto per Salcedo.
    Più i prestiti di De Maio, Sanchez, Tello e Toledo.

    Quanti di questi hanno reso bene?
    Chi è stata la sorpresa?

    La sorpresa è stata un giocatore della primavera, FEDERICO CHIESA.
    Mentre quello che ha reso è stato un altro ex-primavera, FEDERICO BERNARDESCHI (8 gol e 2 assist nelle ultime 10 partite di Serie A in cui ha giocato da trequartista e non esterno a tutto campo).

    Questo non significa che bisogna puntare SOLO sui Primavera (Lezzerini per esempio è scarso mentre Babacar è troppo discontinuo)…

    Però non è possibile che negli ultimi anni la maglia Viola fosse stata indossata da Roncaglia, Tomovic, Diakitè, Benaloune, De Maio, Salcedo, Richards, Milic, Maxi Olivera, Diks, ecc.

    E nessuno di noi abbia mai visto con la nostra maglia addosso almeno un minuto in Serie A i vari PICCINI e VENUTI!
    È vergognoso!
    Posso capire Lezzerini e Babacar oramai però anche quei avrebbero o meritano una chance!

    Ho visto cani e porci con la maglia Viola addosso!
    Bisogna anche avere coraggio come con FEDERICO CHIESA e FEDERICO BERNARDESCHI!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*