In cerca di riscatto

GomezTottenham2Nel mondo del calcio i numeri non mentono mai: andando a vedere le statistiche delle ultime quattro partite, troviamo una Fiorentina che nelle ultime quattro partite ha racimolato un pareggio, per giunta raggiungo nei minuti di recupero grazie a Babacar, e tre sconfitte, segnando solo una rete e subendone ben otto. Prima della partita contro la Juventus i viola erano ancora in corsa per tutti gli obiettivi ( terzo posto, Coppa Italia e Europa League): due settimane dopo è rimasta soltanto l’ex Coppa Uefa, considerando la disfatta del Franchi contro la banda di Allegri e le due sconfitte consecutive in campionato contro Napoli ed Hellas Verona che hanno estromesso definitivamente la banda di Montella dalla lotta per il terzo posto. E dovrà essere proprio la partita di questa sera l’occasione per la Fiorentina di un pronto riscatto davanti ai propri tifosi, che non hanno mai smesso di incitare la squadra: un’eliminazione dall’Europa League decreterebbe di fatto la fine della stagione viola, che a quel punto manterrebbe un minimo d’interesse solo per la lotta per il quinto posto, utile per evitare i preliminari di Europa League, in programma a fine luglio. D’altro canto però è chiaro che Montella e i giocatori siano i primi a sapere che la competizione europea è l’unico obiettivo rimasto e faranno di tutto per passare il turno contro la Dinamo Kiev, riscattando così le ultime partite e tenendo in vita il sogno di andare a Varsavia. È attesa anche una reazione da giocatori come Gomez e Borja Valero che negli ultimi tempi hanno reso al di sotto delle aspettative: complice anche l’infortunio di Babacar, adesso l’ex Bayern non ha più attenuanti e deve riuscire a dare il suo contributo ad una Fiorentina che ha bisogno come del pane dei suoi gol. Lo spagnolo invece sta vivendo un momento di appannamento ormai lungo diversi mesi: il numero 20 viola dovrà ritrovare quella condizione giusta per dare quel tocco di qualità in più ad un centrocampo che nelle ultime partite sta viaggiando tra alti e bassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*