Questo sito contribuisce alla audience di

In crescita

Un tacco volante di Maxi Olivera. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Lavori in corso per Maxi Olivera e per il suo ambientamento nel calcio italiano. Abituato ai livelli più modesti del campionato uruguaiano, l’ex Penarol ha impiegato del tempo capire i meccanismi della Fiorentina: dopo quattro mesi però, sembra aver capito finalmente i dettami di Paulo Sousa. Dalle ultime scelte sembra che Maxi abbia messo la freccia e superato Milic nelle gerarchie del tecnico viola, tant’è che quella contro il Napoli è stata la quinta presenza consecutiva, e tutte da titolari, tra campionato e Europa League. Non è sicuramente ai livelli del rimpianto Alonso, ma Olivera ha dato adito a speranze di ulteriori miglioramenti futuri: Paulo Sousa non può che sperare, dato che difficilmente il mercato porterà rinforzi in quel ruolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Dualismo con pasqual? ???
    Alonso per me era tanta roba, ho sempre sostenuto fosse il migliore terzino della serie A..
    Ma Parlando di maxi cominciano a vedersi le caratteristiche di cui parlavano in sud America.. Ha un gran carattere questo ragazzo è capacità niente male anche se ancora da affinare.. Mi auguro che continui il percorso di crescita che potrebbe essere una risorsa molta importante!!

  2. Ho la vaga impressione che si stia troppo mitizzando Alonso:vi ricordate quando c’era il dualismo con Pasqual? se fosse stato un grandissimo giocatore,questo dualismo non ci sarebbe stato.Adesso che e’ andato via,siamo tutti li a rimpiangerlo per doti non scarse ma neanche eccelse;ho la forte sensazione che,piu’ passa il tempo e piu’ diventa forte nella mente dei suoi ex tifosi,non sara’ mica perche’ ci hanno dato 27 milioni?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*