Questo sito contribuisce alla audience di

In due per un posto in attacco ma con compiti diversi

Il nuovo attacco si sorreggerà sulla forza e sulla voglia di far bene di Giovanni Simeone, nuovo centravanti della Fiorentina di 22 anni che sa il fatto suo e ha esperienza nel campionato italiano. Il ballottaggio sussisterà con Babacar, il ragazzo che ormai è un vero veterano con la maglia viola ma che ancora non si è mai conquistato del tutto la maglia da titolare. I veri punti di riferimento in attacco dei viola sono loro due, e sarà complicato anche stabilire chi effettivamente sarà sempre sicuro di una maglia. Simeone deve in ogni caso far valere l’investimento importante attuato dai viola per lui, e Babacar ha il compito di far vedere una volta per tutte di che pasta è fatto mostrando continuità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Simeone è come Chiesa, corre, si batte, vuole fare gol, vuole fare risultato, non si fa prevaricare dalla negatività, non è schiavo del ” oramai non c’è più niente da fare” come invece avviene negli altri giocatori. La rosa dovrebbe ispirarsi a loro secondo me.

    Ricordatevi l’incitamento che Chiesa l’anno scorso fece a Tello al momento del cambio, lo motivava lo caricava a dismisura.

  2. Il compito è unico, contribuire a far vincere le partite dando il massimo. Possono anche giocare insieme. E tra le soluzioni tattiche ci potrebbe essere anche il 4-4-2. Certo che giocando così si dovrebbe intervenire sul mercato anche sul reparto avanzato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*