In rincorsa verso la Francia

Dopo un periodo piuttosto negativo, Federico Bernardeschi ha rialzato la testa nella partita più attesa dell’anno ed ha preso la rincorsa per inseguire il treno con destinazione finale ‘Francia 2016‘. Dopo aver esordito con l’azzurro al Dacia Stadium contro la Spagna e ottenuto la prima maglia  da titolare contro la Germania, il numero dieci viola ha legittime ambizioni di essere convocato da Antonio Conte per gli Europei. Le ultime prestazioni con la maglia viola prima della Juventus però non aiutano, in quanto il concittadino di Buffon è parso abulico, fuori forma e quasi svogliato. Domenica sera il pubblico del Franchi ha finalmente rivisto quel giocatore talentuoso ammirato fino a febbraio e se non fosse stato per l’errore del guardalinee, Bernardeschi avrebbe anche segnato il gol del vantaggio gigliato. Le ultime tre partite saranno decisive, con Chievo, Palermo e Lazio che faranno da esami decisivi per il numero dieci viola e per le sue ambizioni europee. Le caratteristiche tecniche del ragazzo giocano a suo favore: Berna è un jolly offensivo e la sua capacità di poter ricoprire più ruoli non potrà che giovargli quando Conte dovrà scegliere gli ultimi giocatori da convocare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*