In un sol colpo ecco tutti i nodi del pettine viola

Badelj Chievo

E’ bastata una partita particolarmente storta, contro una squadra particolarmente mal digerita, a scoprire nei nervi a dir poco a fiori di pelle. Il Corriere Fiorentino chiama in causa la metafora dei classici nodi, giunti in un attimo al pettine della Fiorentina: su tutti la mancanza di riserve all’altezza che, con le assenza di Bernardeschi e Ilicic, hanno portato la squadra viola a palesare delle enormi difficoltà. All’improvviso poi ci si sono messi pure la squalifica di Gonzalo e l’infortunio di Badelj, per una frittata bella completa (oltre che cucinata con poche uova).

© RIPRODUZIONE RISERVATA