Questo sito contribuisce alla audience di

Indipendenza da Kalinic: se il bomber viola può ricaricare le pile…

Non solo i tre punti e la permanenza di Kalinic: il fine settimana viola è stato scandito anche da un nuovo step raggiunto dalla Fiorentina, quello dell’indipendenza dal suo bomber. L’assenza al “Bentegodi” e le caratteristiche del Chievo erano i presupposti migliori (o peggiori) per veder faticare la formazione di Sousa e invece, sbloccata la partita anche su un regalo di Dainelli, la gestione è stata encomiabile. Certo, la capacità di tenere su il pallone e di fare reparto da solo ancora non fanno parte del bagaglio di Babacar, che comunque è andato a segno anche in una serata non facilissima, dopo tante panchine consecutive. Un pomeriggio di riposo, per ricaricare le pile, per Kalinic ed i suoi compagni che hanno dato seguito al filotto aperto a inizio anno nuovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. la rosa è valida, non ci sono giocatori insostituibili!! crediamoci!!

  2. Io non riesco a capire: stiamo li a fare le pulci a un risultato rotondo, mettendo in evidenza fortuna ed errori altrui. Ma quando succede il contrario, siamo spietati con i ns.giocatori e, tanto per cambiare, con i DV. Giuro non capisco.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*