Questo sito contribuisce alla audience di

INDIVIDUATO?

Sam Larsson, attaccante dell'Heerenveen

La Fiorentina potrebbe aver individuato in Sam Larsson il sostituto di Federico Bernardeschi. Profilo non più giovanissimo (classe ’93) ma reduce da una brillante stagione nelle file dell’Heerenveen condita da nove gol e sedici assist in campionato, lo svedese rappresenta l’identikit ideale per sostituire l’ormai ex numero dieci della Fiorentina. Con il contratto in scadenza nel 2018, Larsson ha manifestato più volte la volontà di lasciare l’Olanda per sbarcare sulle rive dell’Arno: il suo procuratore sarebbe addirittura in Italia per chiudere il trasferimento in viola (LEGGI QUI). Abile con entrambi i piedi, lo svedese può giocare su entrambe le fasce offensive e il 4-2-3-1 di Pioli rappresenta il modulo ideale per esprimere al meglio le sue qualità. Le prestazioni degli ultimi due anni lo hanno portato a raggiungere anche la Nazionale svedese e un trasferimento alla Fiorentina gli permetterebbe di mettersi in mostra in un campionato di livello maggiore rispetto all’Eredivisie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. stefano hai perfettamente ragione

  2. Tifolamagliaviola

    Ma è italiano Larsson? Perchè Corvino compra solo italiani

  3. Carlo ,dipende anche dalla pizza. Se ti accontenti di una pizza margherita potrebbero esserci le condizioni ma a patto di vendere prima Kalinic e intorno ai 25 /30 mln ma temo che il milan aspetterá fine agosto per un offerta da 18 /20 che i nostri … potrebbero accettare chiudendo il mercato come dopo la cessione di Alonso o di Cuadrado senza altri colpi che diranno che non ci sta più tempo e che non si fanno prendere dalla gola seppure proprio i soldi do kalinic dovevano essere quelli spesi per un giocstore fatto e buono ma la sfortuna… Però a gennaio non arriva cmq nessuno che a gennaio nessuno svende nulla e prima spunteranno il prestito di Borriello.

    Comunque hai ragione ogni volta é così ma anche per Simeone, all’inizio i nomi vedono in lista anche giocatori veri. Poi da quelli di alto livello si passa a quelli di medio livello poi di medio basso e pou arrivano milic e oliveira.

    Stefano quello che hai scritto é un controsenso .
    La viola no fa come il siviglia non si fa un sacrificio per un paio di medio alto livello da far crescere . hanno sacrificato semplicemente chiunque avesse un offerta per giocatori che se va bene hanno bisogno di tanto tempo e non tutte le scommesse si vincono..
    Se ora arrivano un paio pronti magari si galleggia a metá classifica ma con un mercato così dove cedi tutti i buoni e ogni giocatore strategico dentro e fuori dal campo é un disastro.
    Ora più che mai come diceva Carlo almeno un giocatore pronto da subito e forte rincuorava i tifosi ma pure chi resta se qualcuno resta e sopratutto serviva anche per altri eventuali arrivi che magari hanno altre offerte e auindi prima di amdare alla viola si fanno 2 domande.

  4. O CARLO62,ma a te chi te la da codesta certezza? Cioè Quella che Larson è quattro categorie più scarso di Bernardeschi? Ah,già,tu guardi il costo del cartellino e così tu fai paragoni,giusto? Se vuoi ti faccio l’elenco dei calciatori che sono costati molto meno di altri e si sono rivelati esageratamente più forti,a cominciare da Kalinic che è costato quattro volte meno di Gomez e con uno stipendio quattro volte inferiore. E poi non ho capito,tu vendi Berna a 40 milioni e poi prendi Berardi a 45??? E poi che fai? Tieni tutti gli altri,richiami anche Milic? Se a Firenze si mettono in testa di fare come a Siviglia,che ogni anno vendono i due pezzi più appetiti dai grossi club e poi ricomprano giocatori in vari ruoli,per aumentare il tasso tecnico della rosa,ok,se invece tu vendi tre pezzi grossi e rispondi tutto per ricomprare tre giocatori che sostituiscono i tre partenti e poi tu tieni De Maio,Salcedo,Milic e compagnia bella,tu avrai sempre la squadra che è arrivato ottava lo scorso anno. Non capisco davvero che politica sarebbe.

  5. Individuato? Individuato che. Ma lo sa Corvino che fra Bernardeschi e Larsson ci corre , x dirla alla Ciuffi, come mangiare e stare a vedere? Ma come, prima si diceva che al posto del gobbo si prendeva Berardi, poi siamo passati a Politano e adesso addirittura a Larsson. Ma possibile che co tutti i soldi incassati non si trovi qualcuno che almeno ci faccia sognare un pochino, non pretendo tanto, solo un pochino. Facciamo una cosa, ve lo trovo io un giocatore, pare che nel SantaLucia ci sia un ragazzo di cui si parla un gran bene, se mi offrite una pizza ve lo porto, o forse x il Corvo è troppo anche quella.

  6. MarcodellavalleALÈALÈ

    Non più giovanissimo a 24 anni è una battuta…quindi io a 43 anni mi aspetto la pensione da un giorno all altro. Leggo che il procuratore “sarebbe in Italia”. Ma come sarebbe? Torniamo sempre al caffè ristretto di Corvino e Cognigni. Avete detto che voi scrivete solo notizie certe, non frasi per sentito dire. Lo avete scritto sabato. Quindi? È in Italia? Si o no? Sarebbe non vuol dire nulla.

  7. O FRADIAVOLO e bisogna che tu apri un pochino la mente e tu la smetta di fare sempre i paragoni sull’età e sul campionato di provenienza di un atleta. Ti posso fare decine di esempi di calciatori arrivati da nazioni dove il calcio maggiore non vale la nostra lega pro,e che son diventati buonissimi calciatori,qualcuno anche da top club,è altrettanto ti posso scrivere decine di nomi di giocatori che a 25 anni suonati parevano adatti a ambiare mestiere e poi son diventati giocatori di buon livello,anche di livello assoluto. E te l’ho già scritto altre volte,facendoti un esempio di giocatori che ho conosciuto di persona. A 25/26 anni se la Fiorentina avesse avuto la coppia di attaccanti Toni – Di Natale,sarebbe stata spernacchiata da tutta Italia per la ridicolezza delle carriere fatte da quei due fino a quel momento. Ma se li avessi avuti a 28-29 anni,avresti pavuto la coppia gol più forte d’Italia ed una delle migliori in tutta Europa. Ci sono ragazzi che a 19 anni sembrano maturi come quarantenni,e ragazzi che a 25 anni ancora non sono diventati uomini caratterialmente parlando. E anche tecnicamente e tatticamente,ci sono giocatori che finiscono di migliorarsi a 27/28 anni mentre altri a 20 anni sono già fatti e rifiniti. E non è detto che siano migliori i secondi,perché magari quelli sono e quelli restano per tutta la carriera senza crescere di un millimetro,mentre quello che esplode a 25 anni,magari migliora talmente tanto che oscura tutti gli altri. Parli troppo per stereotipi,per frasi fatte,per giudizi preconcetti. Non c’è una regola.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*