Joaquin e lo sgambetto che non ti aspetti

Joaquin Carpi

Joaquin vuole tornare a “casa” vuole tornare a giocare in quel Betis che da sempre ha un posto speciale nel suo cuore, tutto bello e tutto giusto, una situazione romantica con il figliol prodigo che cerca la via di casa. E infatti il problema alla base di tutta la vicenda non è questo in sé per sé quanto nelle tempistiche che hanno visto Joaquin decidere di dire basta alla Fiorentina nell’ultima settimana di mercato. Ora guardare in casa d’altri non è mai bello, specie se si parla della Juventus, ma un certo Carlos Tevez ha avuto l’accortezza di avvertire la sua squadra per tempo, visto che a Torino già da mesi sapevano della sua volontà di tornare in Argentina e così se ne è andato da eroe senza nemmeno un mugugno. Joaquin invece così facendo ha messo tutti in difficoltà e ora qualsiasi decisione sarà presa danneggerà principalmente la Fiorentina. Nessuno vuol mettere in discussione i sentimenti di Joaquin ma certamente si poteva fare il tutto con altre tempistiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. Con Salah ci siamo comportati da truffatori, perché chi firma un contratto e non lo deposita, questo è.
    Joaquin lo abbiamo messo sul mercato 8 mesi fa e fino ai primi di agosto sapeva di dover andare via.
    Dire che a comandare ci sono una manica di incompetenti, o peggio, è una ovvietà, e questo non significa essere CONTRO i Della Valle che, se vogliono, possono facilmente mettere degli uomini di calcio là dove servono.

  2. La squadra per ora pare andare bene.
    Sousa si è dimostrato imprevedibile per gli avversari, il Milan è entrato in confusione e la faccina di Montolivo (bellino sul cassettone) era tutto un programma.
    I nostri dirigenti polli sono anche loro imprevedibili, ma con effetti deleteri per la squadra.
    Sento con orrore ventilare cambio Joaquin-Cerci: imprevedibili: uno per avversari, altro per compagni.

  3. Un altro pasticcio
    combinato dai soliti…noti.
    Joaquin resti a Firenze (non c’è spazio per trovare un sostituto degno).
    A giugno può tornare all’amato Betis, ora no.
    50 nerbate sulla pubblica piazza al testicolo che 4 mesi fa lo aveva messo sul mercato,
    per far vedere quanto era bravo a fare i conti della serva per ridurre il monte ingaggi.
    Dopo le nerbate, dimissioni o calcio in cu.. e fuori per sempre dalle palle.

  4. Dall’intervista a joquin

    Se le avessero detto prima che volevano trattenerla, sarebbe cambiato qualcosa?

    “Può darsi, il problema è che nessuno me lo ha chiesto. Mi hanno comunicato che ero sul mercato e io ho deciso di tornare al Betis. Il dado è tratto, non posso tornare indietro. Il mio cuore sta a Siviglia, non posso giocare con questo sentimento, non posso trascinare i miei compagni con questo stato d’animo.

    Comunque già dopo la gara contro il chelsea aveva fatto capire che doveva parlare con la società.

    Poi se c’è stato l’incontro e non si sono chiariti o Joaquin
    si è esposto che gli hanno risposto picche non lo so ma se si sa quando milinkovic viene a piangere e di qualsiasi incontro con prouratori qua sembra proprio che Joaquin poteva restare e con gioia se la società non restava immobile ,
    Il betis per me si è inserita con forza quando i nostri gli han lasciato uno spiraglio e ora vogliono prenderselo alle loro condizioni che sanno di averne la possibilitá e quindi ecco la novella dello stento.

    La fiorentina peró se con Salah forse nn poteva far nulla a parte il non illudere i tifosi e nn nascondere la scritura privata firmata da mencucci , qui no.

    Cavolo; Joaquin è stato uno dei migliori ed hai ancora dubbi sulla sua permanenza o fai finta di nulla, con il betis saluto in liga poi.

    Stavolta ha peccato proprio di sufficenza.

    Con salah saranno stati ingenui ma qui sono stato addormentati, dopo Neto e salah quando ci sta un giocatore in scadenza dovrebbero incontrarlo prima dell’inizio della stagione e decidere insieme se restare o meno, gli fissi un prezzo e vedi.

    A joaquin prima gli difo sei libero di antartene così risparmiamo l’ingaggio e poi gli dico, spiace te hai un contratto…

    La seconda metà di cerci è stata venduta a 2,5 mln anche se era esploso e nn avevano fissano nessuna cifra,
    Con cairo fanno i signori e gli vanno incontro roconoscendogli valorizzazione e nn ci fanno un cent in + mentre Cuadrado(giustamente) lo pagano il triplo,

    Poi joaquin pagato 1,5 mln a 32 anni a 34 anni ed in scadenza lo valuto 5 mln? E dopo che gli avevano dato il ia libera?
    È ridicolo, al massimo era da cedere a un mln o a nulla in cambio di una prelazione su qualcuno del betis e /o buoni rapporti tra le squadre.

  5. Non vorrei che certi casi fossero montati ad arte per distogliere l’attenzione dall’unica cosa che conta veramente in questo momento e cioè il completamento della rosa. Che la società volesse liberarsi del suo ingaggio e che joaquin contava le settimane per tornare a Siviglia lo sapevano tutti…il fatto è che sousa ha chiesto di trattenerlo o di sostituirlo e la società fatti due conti e viste le difficoltà per borini ha optato per la prima. Che ora si debba girare intorno a questa storia in questo modo mi puzza molto. Per cui ora io suggerirei di spostare l’attenzione sui vuoti da colmare almeno un difensore esterno, un centrale e un centrocampista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*