Questo sito contribuisce alla audience di

Kalinic e quel colloquio con Cognigni e Corvino…

Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com

E’ stata una giornata molto movimentata quella di ieri per Nikola Kalinic. Dal suo “io resto alla Fiorentina” pronunciato in mattinata, in poi, è stato un susseguirsi di telefonate, incontri e colloqui. Uno di questi l’attaccante viola, nel corso del pomeriggio, lo ha avuto anche con lo stato maggiore della società, impersonificato in quel momento dal direttore dell’area tecnica, Pantaleo Corvino, e dal presidente esecutivo, Mario Cognigni. Incontro nel quale il calciatore ha spiegato ai dirigenti la decisione presa e che poi ha anche generato quel comunicato ufficiale che è uscito ieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Ora Corvino deve pagare la penale per aver affittato pulmino x shopping nella ex Jugoslavia…Cognigni ha gia’ detto che anche l affitto del pulmino sara’ un buco da ripianare e che quindi in estate niente acquisti.

  2. Mi immagino la conversazione:
    Corvino: Ma che fai ci pensi? E quando ti ricapita.
    Cognini: Guarda che in cina si sta bene c’hanno un sushi da impazzire,
    Kalinic: Frega un c*** sushi, neanche piace, e poi tanto a giugno vado via a stesse cifre, dispiace solo che quando vado ancora non è finita statua.

  3. I’Bored,è dura quando la verità fa male in fatto di bile bè vallo ha chiedere ai Don Diego e Gnigni vedi povero fesso ti prendono per il c….. e te le osanni pensa te come sei messo.

  4. Fradiavolo, te l’ho già detto un’altra volta , lo sbocco di bile tu l’hai avuto te che ti sei ricoperto un’altra volta. La goduria ce l’hanno quelli che la pensano come me e che ti vedano giallo come i cinesi .certo una cosa è sicura : t’hai una faccia di bronzo mondiale

  5. Avrei solo voluto vedere la faccia del servo gnigni quando Kalinic ha detto no, erano tutti partiti per Milano e giá sentivano odore di soldi e invece ahhhhh che goduria !!!

  6. Ivan , vedi io non credo che non lo volessero vendere è la prova è che hanno scomodato Ramadani , ma stavolta gli è andata male Nikolino l’ha detto che non ci vuole andare e il Gnigni dopo l’annuncio gli è venuto un attacco di bile perché già si pregustava insieme al suo capo Don Diego la plusvalenza , ma fortunatamente Dio c’è …………………..

  7. Premesso che siamo tutti incavolati co sta proprietà’ x vari motivi ma stavolta.. È’ Nikola(lo chiamò così x che gli voglio ancora troppo più bene) che ha detto nel comunicato che solo la Fiorentina e i tifosi non mi hanno mandato in Cina .. Che poi qualcuno in società sperava ci credo alla grande ma stavolta non infamo nessuno.. Purtroppo a oggi non siamo soli a dover vedere impudenti procuratori fare gli affari suoi con giocatori sotto contratto infatti il calcio è morto.. Forza Viola

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*