Kalinic-Perisic: stessa nazionalità, stessa squalifica… ma epilogo diverso

Due casi simili, tra due croati: Ivan Perisic e Nikola Kalinic, compagni di Nazionale con la Croazia e avversari nella corsa all’Europa League. L’oggetto in questione è la squalifica di due giornate comminata e poi confermata per l’attaccante della Fiorentina: motivo scatenante le “espressioni ingiuriose” rivolte a Mazzoleni al termine della sfida con l’Empoli. Un evento che caratterizzò anche l’interista Perisic, punito col rosso al termine di Juventus-Inter: in quel caso la motivazione erano le “espressioni irriguardose” ma dopo il ricorso nerazzurro la sanzione fu dimezzata. Ora, non sappiamo esattamente cosa cambi nel gergo arbitrale tra “ingiurioso” e “irriguardoso” e neanche abbiamo accesso ai rispettivi referti arbitrali (nel caso di Perisic fu Rizzoli), ma resta la diversità nella scelta da parte della giustizia sportiva…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Questa è l’Italia! Più marci si è più in alto si va!

  2. siamo una mezza squadretta con una società ridicola e questi sono i risultati

  3. Questa è l’Italia, marciume al comando sempre e comunque.

  4. E cosa vi aspettavate.

  5. Ricordate “rigore x il milan”? Oggi siamo nella stessa situazione è cioe’ non devono essere superate le milanesi e questo lo si ottiene con tante piccole azioni (otto minuti di recupero,anche se inutili a modificare il risultato)che messe insieme modificano la classifica finale…se poi non basta, c e’ appunto il rigore magari all ultima giornata che aggiusta tutto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*