Kuba vs Insigne: la doppia beffa è servita

Blasczykowski Napoli

Senza voler passare da provinciali o da piagnoni ma ci sembra di rispettare la realtà dei fatti andando a riepilogare quanto accaduto nel corso delle ultime due soste per le nazionali. Ricorderete la polemica sorta intorno a Lorenzo Insigne, che lasciò frettolosamente il raduno dell’Italia durante la pausa di ottobre, con gli azzurri che si giocavano ancora la qualificazione agli europei. Fastidio al ginocchio fu la diagnosi. Un fastidio che non gli aveva impedito però di giocare, e segnare due volte, a Milano contro il Milan nella gara pre-sosta. Così come non gli impedì di giocare, e di segnare, alla ripresa del campionato, proprio contro la Fiorentina. L’ira ed il risentimento di Conte poi hanno probabilmente portato all’esclusione del talento del Napoli in vista delle due gare di novembre. Una sorte che non ha riguardato minimamente invece Blaszczykowski, che l’ultimo impegno con i viola (dunque con chi lo paga, guardandola proprio dal lato materialistico) l’aveva saltato per un problema al piede. Niente che non gli impedisse di scendere in campo con la Polonia sabato ed infatti eccolo lì da titolare, nell’amichevole contro l’Islanda. Peccato che dopo dodici minuti sia arrivato il problema muscolare che lo terrà fermo probabilmente per 3-4 settimane. Niente di collegato all’acciacco che gli era costato lo show di Genova e magari, si potrà obiettare, se era fragile si sarebbe fatto male anche ai campini a Campo di Marte. Quella che resta è una sensazione di doppia beffa, con due situazioni dallo sviluppo opposto ma che sono andate entrambe di traverso alla Fiorentina. Sfortuna? Poca scaltrezza? O magari eccessiva scaltrezza altrui? Probabilmente un po’ di tutto questo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Di sicuro la cosa non ha fatto piacere alla Federazione. Non per niente Sarri ha incominciato a piangere. Staremo a vedere.

  2. Mi permetto di dire alla società di gestire meglio casi del genere, come ha fatto il Napoli. Kuba doveva restare a casa x risolvere il piccolo problema al piede.
    Comunque ci penserà Berna a mettere le cose a posto.

  3. Non capisco perché noi viola dobbiamo sempre recriminare su quello che fanno gli altri passando noi per le solite vittime. Dobbiamo capire che nello specifico giocatori di altre squadre sono più furbi o costretti dai loro presidenti ad esserlo rispetto a noi. Risultato che Kuba non lo vedremo più per quest’anno mentre i furbetti giocano nel campionato alla grande. Conte fa bene a tenerne conto escludendoli dalle convocazioni. Viola da sempre e per sempre.

  4. Come sempre commettiamo errori da dilettanti.

  5. Dopo un infortunio grave e quasi due anni di stop le lesioni muscolari sono la regola. È’ cosa risaputa. È’ successo in nazionale solo per caso. Poteva succedere in una qualsiasi seduta di allenamento.

  6. Invece kla penso proprio così. Nel Napoli dopo le lamentele di Sarri e De Laurentis sulle nazionali vedi caso Insigne fa la sceneggiata e ci beffa in partita (mai visto uno più vispo) e gli altri invece la proprias squadra la mettono in seconda linea (poi se uno è imn prestito, figurati l’attaccamento alla maglia). Noi facciamo sempre la figura dei gabbat e degli ingenui. Ora la vicenda di Higuan che sembra infortunato ad un piede (ancora!), vedremo se domenica giocherà e segnerà pure.

  7. Non credo. Kuba mi sembra un generoso. Un campione che purtroppo ha problemi fisici.
    Spero che oltre a Sousa e ai ragazzi anche la società creda nella corsa scudetto. Tutti diano il massimo come hanno splendidamente fatto fino ad ora

  8. Non sono d’accordo. Questa è dietrologia. E sull’argomento l’articolo è incompleto: nessun accenno all’infortunio di Higuain.
    P.S: sono tifoso viola.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*