Questo sito contribuisce alla audience di

La Bandiera e l’Ingegnere: I due che hanno rimesso in viaggio la Fiorentina e gli hanno dato un volto umano

Su La Repubblica troviamo stamani un articolo dedicato a Gino Salica e Giancarlo Antognoni, rispettivamente vicepresidente e club manager della Fiorentina. Sul giornale si legge che sono gli unici dirigenti che hanno un dialogo costante con Pioli, i giocatori e i tifosi. Sono il lato umano della società viola ed è grazie a loro due se adesso il clima intorno al “progetto” si è un po’ rasserenato.

Antognoni è una sponda affidabile per Pioli, un amico al telefono per Andrea Della Valle (si sentono spessissimo), una faccia amata della città. Salica è stimato, non ha un ego smisurato e, soprattutto, sa ascoltare e dialogare, dote rara nel mondo del pallone. E così lo abbiamo ritrovato davanti al bar Marisa a discutere con trecento tifosi innervositi dallo stallo societario. Lui nella mischia, senza perdere la calma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Ho letto l’articolo, scorrevo le parole velocemente nella speranza di trovarvi una notizia, o quantomeno un qualcosa che le somigliasse. Alla fine solo tanta delusione e rimpianto per quel che una volta era un signor giornalista, ma soprattutto per quello che da sempre è stato il mio giornale di riferimento, Repubblica. Caro Ferrara ma andare in pensione o scrivere di teatro proprio no?

  2. Nessuno mette in dubbio che Salica sia una brava persona, figuriamoci poi Antognoni. Personalmente contesto questo voler mettere qualcuno dietro la lavagna e innalzare a eroe qualcun altro. Una squadra è una squadra: si vince e si perde tutti insieme, dal presidente all’omino che fa le righe sul campo. Questo Ferrara lo sa benissimo, ma se ne infischia pur di gettare fango su chi evidentemente negli anni non l’ha prezzolato. Questo suo ennesimo lancio di ***** non deve distogliere noi tifosi veri dallo stare vicino alla squadra in un momento importante. I giornalai passano, l’amore per la Viola resta.

  3. Ma l’avete letto bene e tutto l’articolo? Oppure parlate per partito preso? Io Repubblica e Ferrara proprio non li capisco: fare una campagna così marcatamente contro i DV significa fare il male della Fiorentina. Se scrivessero almeno cose vere… Salica e Antognoni, l’unico fatto concreto presente nell’articolo, sono stati messi lì dai DV. Una scelta azzeccata ma questo non viene scritto, si scrive invece che Cognigni è seduto in disparte e che i DV ci hanno messo 13 anni per chiamare Antognoni (con cui però si sentono spessissimo). Quindi se le cose stanno andando bene è merito di Salica e di Giancarlo, non di chi li ha messi lì. Spero con tutto il mio cuore che le cose continuino ad andare bene, ma mi chiedo se non dovesse essere così per Ferrara e Repubblica sarà lo stesso colpa loro?

  4. il depresso di Pontassieve

    Infatti ciò che scrissi io in un post recente in società bastano loro due .Salica è una persona squisita e fa il suo mestiere a tempo pieno e mi sembra anche con la dovuta passione e professionalità in quanto a Giancarlo sono superflui qualsiasi commenti perché la Fiorentina c’è l’ha nell’anima. Cognigni va lasciato a Casette d’ete ad amministrare la Tod’s e basta. Lui alla Fiorentina non ci deve più mettere ne piede tanto meno bocca. Ma questo i DV non lo capiscono e non lo vogliono capire.

  5. Mi pareva strano tutto questo affetto degli ultimi giorni da parte del buon Ferrara nei confronti della Fiorentina. La sua meravigliosa penna biforcuta è risbucata fuori oggi con un articolo imbarazzante: in soldoni il megagiornalista sostiene che se si vince i meriti sono di Salica e Antognoni e se si perde di Corvino e Cognigni. In un momento in cui ci si sta compattando finalmente intorno a questi ragazzi di un articolo del genere francamente ne avrei fatto volentieri a meno. Ma tanto a Ferrara della Viola non frega niente.

  6. Mi chiedo, senza offesa, a cosa serva stipendiare cognigni. Snellire il reparto dirigenziale. Salica e Antognoni hanno la competenza e la professionalità per gestire tutto.

  7. Dello staff dirigenziale creato dai DV inzialmente, Salica era il personaggio più serio e convincente. Altro che quei due tanfani di Cognigni e Mencucci. Sono contento che Salica sia tornato nella società, e auspico anzi che al più presto possibile vengano allontanati sia “l’uomo nero” (Cognigni) che il panzone del Salento. Salica dal punto di vista manageriale e presidenziale, e Antognoni da quello tecnico, sarebbe la coppia ideale per dirigere la Fiorentina.

  8. Davanti al mio bar …..

  9. Ripeterò fino alla nausea : Salica Presidente al posto di Gnigni e ANTOGNONI Responsabile e Supervisore di tutto il settore tecnico della squadra, dagli acquisti agli osservatori (categoria questa che andrebbe rinforzata, sfruttando anche tutti i nostri ex sparsi per il mondo)

  10. Finalmente due persone degne di dirigere la Fiorentina, ora togliamoci dai …………. l’omo nero e il mago del Salento e siamo a posto……………….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*